LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TOSCANA - GROSSETO. «Serve un Piano per il decoro»
GABRIELE BALDANZI
MERCOLEDÌ, 22 SETTEMBRE 2010 IL TIRRENO




Lettera di tre associazioni al Comune per il Regolamento urbanistico «Preservare verde pubblico ed edifici storici per evitare scempi»



Ci sono saracinesche arrugginite, insegne al neon anni Sessanta che sul loggiato di piazza Dante sembrano cicatrici, cassonetti alla rinfusa, motori dei condizionatori che offendono su facciate di bugnato, cassettoni della Posta mai rimossi. E ancora una selva di linee e fili non incanalati, a volte penzolanti, tubi, parabole, numeri civici di almeno tre tipologie diverse.
Insomma, il centro storico di Grosseto, che dovrebbe essere la vetrina della città, non ha il decoro che meriterebbe. Una campagna avviata da Il Tirreno nella scorsa primavera e ora ripresa da tre associazioni.
L’architetto Roberto Aureli, presidente degli “Amici del centro storico”, Maria Vittoria Guglielmi del Comitato Maremma Viva e Michele Scola di Italia Nostra denunciano la mancanza di un piano del colore e di un piano del verde, cioè gli strumenti normativi da cui passa il rilancio estetico della Grosseto più antica e visitata.
Lo fanno in previsione del Regolamento Urbanistico con alcune proposte finalizzate a mitigare il senso di degrado del centro storico. «Già nella variante al centro di 30 anni fa - spiega l’architetto Aureli - venivano individuati strumenti normativi paralleli per innalzare il livello qualitativo del vecchio centro cittadino: il Piano dello Mobilità, il Piano del Verde e il Piano del Colore. Dei tre strumenti solo il primo, ed in maniera parziale perché ha escluso i percorsi ciclabili, ha avuto attuazione. Per quanto riguarda il verde, nel tempo, oltre ad aver perso il giardino dell’ospedale vecchio di Via Ginori, abbiamo visto cementificare diverse corti interne agli isolati sacrificando alberature di vecchio impianto con il rischio che la stessa sorte, a breve, possano subirla anche altri scorci di verde sulle mura. C’è bisogno quindi di tre cose: censimento, catalogazione e cura».
La mancanza del piano del Colore, invece - secondo Scola e la Guglielmi - permette che vengano posizionati i cassonetti dove capita, che ognuno decida dove posizionare le pompe di calore, che le insegne e la cartellonistica siano confuse e non qualificanti. La proposta è dare il via a una puntuale elencazione dei modi di uso delle strade pubbliche, di decoro e riqualificazione del patrimonio edilizio abbandonato.
«Ma a monte di queste considerazioni - prosegue Aureli - c’è un altro problema: il Comune dovrebbe riconoscere e fare propri concetti basilari di moderna urbanistica, per esempio l’idea di un centro storico localizzazione di funzioni rare. Noi condividiamo il Pit toscano, in particolare l’articolo 10 dove si ribadisce che “gli strumenti della pianificazione territoriale garantiscono il permanere di funzioni socialmente e culturalmente pubbliche negli edifici, nei complessi architettonici e urbani, perché in linea al concetto di sviluppo sostenibile e coerente con il riuso citato nel contesto della lotta alle nuove edificazioni».
Peccato - conclude Aureli - che le ultime ipotesi portate avanti dal sindaco di Grosseto per la rimozione della biblioteca Chelliana dallo storico edificio di via Mazzini sono in totale contrasto con le normative e gli indirizzi regionali. Al contrario riteniamo che la Chelliana - luogo di scambi culturali, depositario della memoria cittadina - diventi ancor più elemento attrattivo e qualificante l’offerta del centro storico».



news

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

11-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 gennaio 2021

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news