LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TOSCANA - SCARLINO. «Quante irregolarità nelle ex colonie»
MERCOLEDÌ, 22 SETTEMBRE 2010 Grosseto IL TIRRENO




Corte dei Tusci, gli amministratori salvati dalla prescrizione «Abbattimenti arbitrari e serviva il parere della Sovrintendenza»




Ci sono state anomalie e omissioni, ma non il dolo. Ci sono state delle irregolarità, ma si è trattato di semplici contravvenzioni e non di delitti, come ad esempio nell’abbattimento delle piante, commessi entro il 2004, prima dell’entrata in vigore della nuova normativa e dunque prescrivibili. Ci sono poi stati dei comportamenti assolutamente irreprensibili. Ecco perché gli amministratori del Comune di Scarlino e tutti gli altri soggetti coinvolti non possono essere puniti per la vicenda dei presunti abusi commessi con la costruzione del complesso residenziale Aviomar “Corte dei Tusci” nel luogo dove un tempo sorgevano le tre ex colonie marine. Sono queste le motivazioni adesso depositate della sentenza con la quale il 18 giugno scorso il giudice Puliatti ha dichiarato la prescrizione per l’ex sindaco Alduvinca Meozzi e l’attuale Maurizio Bizzarri, per i consiglieri Fiorenzo Ferri, Ezio Malossi, Alessandro Lelli, Giorgio Martellucci, Marcello Stella, Tamara Fierli, per Patrizio Biagini, componente della commissione di gara e responsabile del procedimento. Ha anche assolto per non aver commesso il fatto Vincenzo Bentivegna, Silvia Viviani, l’avvocato Nicola Tamburro, Maria Rita Salemme, Ferido Ferrari, componenti della commissione di gara, e a Daria Scordamaglia e Barbara Spinola, amministratori delegati di Aviomar. L’assoluzione perché il fatto non costituisce reato è per Marco Fabbri, progettista e direttore dei lavori, Luciano Adami, presidente di Aviomar (titolare del diritto di superficie e committente), e Armando Vanni, allora legale rappresentante del Consorzio Etruria esecutore.
Il giudice tira comunque le orecchie agli amministratori che votarono le delibere nel 2000 perché le concessioni erano state emesse senza la richiesta di un parere alla Sovrintendenza per lo meno per uno dei fabbricati originali (come invece avrebbe voluto fare l’architetto Bellucci entrato in contrasto per questo motivo con l’allora sindaco Meozzi - si era poi dimesso) e senza tener conto della sicura lesione del bene paesaggistico, perché era eccessiva la superficie dell’intervento, impattante sul patrimonio paesaggistico e arboricolo. In particolare, secondo il dottor Puliatti, «una delle tre ex colonie ben poteva essere oggetto di un recupero che ne rispettasse le caratteristiche strutturali». Il giudice rileva poi dubbi «dalla lettura delle specifiche della gara e dalla “fretta” nell’aggiudicazione, che porterebbe a ritenere la sussistenza di una agevolazione della società poi aggiudicatasi la gara». Ma, come ammesso dallo stesso pm Leopizzi, non c’è prova di dolo né per un’ipotesi di abuso d’ufficio. Infine, «l’aumento della cubatura, seppur consentito in generale per la destinazione data al nuovo insediamento, nello specifico avrebbe comportato un sensibile impatto sulla vegetazione esistente, al di là di quanto poi sarebbe stato autorizzato dal corpo forestale in ordine al numero delle piante da abbattere», che secondo l’accusa furono ben 191 invece che 81 («abbattimento arbitrario»). «Apprezzabili» le anomalie nella procedura amministrativa, di cui secondo il giudice aggiudicatari ed esecutori avrebbero dovuto essere sicuramente consapevoli. Eppure resta il dubbio. Dubbio che invece non esiste per i componenti della commissione di esperti né per i componenti del cda. (p.s.)



news

24-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news