LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TOSCANA - PRATO. L’ascensore al Castello, conquista che divide
ALESSANDRO PATTUME
GIOVEDÌ, 23 SETTEMBRE 2010 IL TIRRENO - Prato


Soddisfatti i disabili, ma l’impatto è da choc. Taiti parla di sfregio al monumento


Il presidente della Circoscrizione Centro s’è infuriato. L’associazione toscana paraplegici invece ha ringraziato, mentre il Comune si è difeso spiegando che quella avviata ieri mattina è l’unica soluzione percorribile, concepita al termine di una lunga gestazione cominciata addirittura nel 2004. E’ l’ascensore installato ieri mattina all’esterno del Castello dell’Imperatore a far discutere. E se i disabili potranno finalmente visitarne l’interno, Massimo Taiti protesta lo stesso con forza. «Se il 20 si ricorda la Breccia di Porta Pia, il 22 settembre ricorderemo lo Sfregio del Castello - dice - Una ferita insanabile al cuore della città». Però il presidente della Circoscrizione Centro non ha niente contro i disabili. «Tutti devono avere la possibilità di visitare il simbolo della nostra città, ci mancherebbe altro - spiega - Ma io penso che anche l’occhio voglia la sua parte e non capisco come la Sovrintendenza possa aver avallato una soluzione del genere. Se penso al turista che viene a fotografare il Castello e ci trova un’ascensore marrone, mi prende lo sconforto». L’ascensore, è bene chiarirlo subito, non rimarrà marrone, ma al termine dell’installazione diventerà color alluminio.
«Quando si tratta di centro storico tutti i pratesi hanno un’opinione - aggiunge Taiti - Così abbiamo discusso delle scritte sulla chiesa, della bruttezza della pista di pattinaggio davanti al Duomo e via dicendo. Tutte cose che adesso non ci sono più - conclude - L’ascensore invece rimarrà e da piccolo presidente di Circoscrizione mi meraviglio che la Fondazione Cariprato l’abbia finanziato». La Fondazione, in realtà, ha finanziato quattro piattaforme elevatrici. «Finalmente - conferma il sindaco Cenni - Sarà possibile entrare senza impedimenti nel Castello fino a raggiungere l’anello superiore, dal quale si gode di un’immagine suggestiva della città». A lui fanno eco il presidente dello “Special Team Prato” Umberto Spinelli e quello dell’Unione italiana ciechi e ipovedenti Riccardo Santini. «Non saremo più portati su come un pacco - scrive soddisfatto Umberto Materassi, referente pratese dell’associazione toscana paraplegici - Colgo l’occasione per ringraziare il sindaco Cenni, che fra l’altro era presidente della Fondazione quando il progetto venne finanziato, e l’assessore Roberto Caverni per l’impegno che hanno messo affinchè venisse realizzata questa struttura». Ma non sembra finita qui. «Scriverò alla duchessa Pignatelli, presidente dei “Castruum” Federiciani, chiedendole di intervenire per farlo spostare» conclude, per nulla rassegnato, Massimo Taiti.



news

11-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 gennaio 2021

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

Archivio news