LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

BOLOGNA - Tagli, ecco i "sacrifici" settore per settore
ENRICO MIELE
GIOVEDÌ, 23 SETTEMBRE 2010 LA REPUBBLICA Bologna

Le tariffe comunali pesano per 9,4 milioni all´anno nel bilancio delle famiglie bolognesi



Cultura, giovani e sicurezza i capitoli più penalizzati. Nel mirino anche i fondi per l´affitto


Dal contributo affitto alle telecamere installate sotto i portici del centro storico. Dalle manifestazioni culturali agli interventi su palazzi storici e monumenti, passando per i bandi organizzati dal portale Flash giovani. Sono le voci di spesa del bilancio di Palazzo D´Accursio che dal 2004 a oggi hanno ricevuto le sforbiciate più consistenti.
In tempi di austerity occorre il bisturi per individuare gli ambiti dove poter stringere la cinghia per dare un po´ di ossigeno alle casse comunali. E così, in questa peculiare classifica dei settori più sfortunati, la palma d´oro va certamente alla cultura che nell´ultimo lustro ha perso 1,7 milioni di euro di finanziamenti (su un totale di 37 milioni). Musei, esposizioni e altre iniziative culturali hanno quindi faticato più che in passato per trovare il giusto riconoscimento tra le righe del bilancio comunale. E´ di queste ore il grido di allarme di Mambo che rischia di chiudere nel 2012 per mancanza di finanziamenti. Al secondo posto, con un taglio di 1,3 milioni, le politiche abitative. Nel mirino i fondi per sostenere gli affitti delle famiglie con un alto rapporto tra reddito percepito e il canone mensile. Sul podio anche gli interventi nel campo della sicurezza che sotto la scure dei tagli lasciano oltre 300 mila euro. A ridosso delle prime tre, con una sforbiciata di 150 mila euro in cinque anni, le politiche giovanili e sportive. Anche in altri settori del welfare che dal 2004 a oggi hanno beneficiato di aumenti sostanziosi non mancano le sorprese. Come il taglio dei fondi per pagare le utenze delle scuole elementari o medie e i servizi per l´immigrazione e i profughi.
Certo in molti settori-chiave il welfare felsineo ha retto davanti alle politiche di rigore imposte da Roma. È il caso dei servizi per anziani o disabili, gli sportelli per il lavoro o gli asili. Voci di bilancio dove la spesa è aumentata in modo consistente. In passato infatti le strette finanziarie del Governo lasciavano quasi intatti finanziamenti ai Comuni, vincolando l´attività dei sindaci solo nella spesa in base al patto di stabilità (si pensi al metrò). Non così la manovra economica di questa estate che per il 2011 ha tolto alle casse di Palazzo D´Accursio circa 20 milioni di euro. Una cifra che sul sistema dei servizi erogati dal Comune avrebbe un impatto dirompente che neanche l´aumento delle tariffe riuscirebbe ad attutire. A far due conti infatti si vede come le tariffe pagate dalle famiglie portino ogni anno nelle casse della città 9,4 milioni (a fronte di 255 milioni di uscite). Una cifra che diventa di 20 milioni se si aggiunge anche il servizio di refezione nelle scuole bolognesi gestito dalla Seribo, società controllata dal Comune con il 51% delle quote. Un´ulteriore entrata, non iscritta nel bilancio comunale, che porta così a 20 milioni il dazio versato annualmente dalle famiglie. Solo se le tariffe del Comune raddoppiassero in ogni ambito si potrebbe così coprire il buco di bilancio per il 2011. Nell´attesa che il commissario Cancellieri trovi una soluzione si moltiplicano gli allarmi. È di ieri la proposta dell´assessore provinciale alla Sanità, Giuliano Barigazzi, che chiede di potenziare l´assistenza domiciliare per gli anziani visto che in 1.800 rischiano di restare fuori dalle strutture protette. «A Bologna - avverte Barigazzi - il rilancio della assistenza a domicilio è fondamentale».



news

24-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news