LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Napoli. Madre, chiusura scongiurata l'Enel per ora non staccherà la luce
p. t.
Il Mattino 23/9/2010

Arrivano i 300mila euro stanziati a luglio dalla Regione, a rischio le prossime mostre Fiat lux, almeno per dieci giorni. L'elettrico capitolo buio del Madre sembra essere archiviato. C'è stato un incontro con l'Enel che aveva annunciato di voler staccare la corrente per bollette di oltre l4omila euro non saldate ed è stata ottenuta una proroga. Anche perché sono stati finalmente sbloccati i 300mila euro stanziati a fine luglio dall'assessore regionale alla Cultura, Caterina Miraglia, e fino a ieri non ancora accreditati sul conto del museo di via Settembrini, diretto da Eduardo Cicelyn. Con questi soldi potranno essere pagate le utenze e gli stipendi arretrati dei sei dipendenti della Fondazione Donnaregina che gestisce il museo di arte contemporanea. la tranquillità gestionale resta, però, ancora lontana. E la partita politica attorno alle sale di Clemente, Paladino, Kapoor e compagnia bella, non accenna a stemperare gli animi. Pozzi sempre più prosciugati e da avvelenare goccia dopo goccia. Il Madre con una nota fa il punto sulla situazione finanziaria. Sulla carta ci sarebbero le risorse (circa 500mila euro dei fondi europei) per organizzare la mostra prevista per novembre, ma non possono essere utilizzate perché la Scabec (la società che gestisce i servizi del Madre) «non è in grado di anticipare spese per il museo». In ballo ci sono sempre gli otto milioni per le attività del 2009 che in gran parte devono essere liquidate proprio alla Scabec. Una cifra approvata dalla Regione, ma mai arrivata. Niente chiusura, quindi, ma si procede a scartamento ridotto. Le sale, dal 1 ottobre, saranno aperte solo dalle 10 alle 14. E il futuro non promette bene. A meno che la Scabec non riesca a tagliare le spese gestionali in altro modo, le conseguenze, spiega la nota, sarebbero «la perdita di molti posti di lavoro (i dipendenti della società di gestione sono circa 60, ndr.) e l'impoverimento di un servizio sociale e culturale». Quadro nero, allora. Così Mimmo Paladino conferma la sua iniziativa di «lutto» per il 4ottobre: coprirà con un drappo nero il tetto della sala prove del San Carlo dove c'è la sua installazione con diverse teste di cavallo. Qualcosa, poco alla volta, sembra muoversi persino nel silenzio mutrioso del centrosinistra. Il presidente del gruppo regionale del Pd, Giuseppe Russo, invita trovare un modo per far entrare anche i privati nella gestione del Madre o di altri enti culturali in sofferenza, definendo «strumenti fiscali capaci di incentivare la partecipazione dell'imprenditoria campana». Sponsor, insomma. Ma è come andare a cercare farfalle sotto l'arco di Tito.



news

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

11-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 gennaio 2021

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news