LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LIGURIA - Acquasola, il Comune dice no al parcheggio
RAFFAELE NIRI MARCO PREVE
VENERDÌ, 24 SETTEMBRE 2010 LA REPUBBLICA - Genova





"Quel progetto non ha più senso". Pronto il risarcimento per i costruttori



Stop al parco dell´Acquasola. E questa volta non lo dice un giudice ma il Comune, che sta facendo i conti sulla cifra da versare (ufficiosamente si parla di poco meno di due milioni di euro) come risarcimento per la revoca della concessione. «Quel progetto è fuori dal contesto attuale. Non ha più senso e la revoca della concessione è un elemento che assume concretezza». La prudenza del linguaggio non può attenuare la forza del messaggio, che contengono le parole del vicesindaco Paolo Pissarello.
Ed è significativo che questo indirizzo politico venga preso proprio il giorno in cui a Tursi arrivano, a sorpresa, 400 mila euro. Quelli che una sentenza della Corte dei Conti aveva imposto di pagare a Giovanni Bagnara, ex Dc, nei primi anni ‘90 assessore comunale alle Strade che venne condannato nella tangentopoli genovese proprio per lo scandalo parcheggi. Il park dell´Acquasola nasceva come conseguenza delle nefandezze amministrative dell´epoca. C´è quindi una forte suggestione simbolica in questa coincidenza.
Fino a ieri, la giunta di Marta Vincenzi aveva sempre espresso contrarietà al progetto, ma era spaventata da un eventuale risarcimento milionario. Gli ambientalisti (Andrea Agostini di Legambiente e Vincenzo Lagomarsino dei Verdi tra i tanti) e le associazioni contro il parcheggio avevano invece sostenuto che la revoca non avrebbe dissanguato le finanze del Comune. Il vicesindaco Pissarello, da buon avvocato, ha voluto studiare a fondo il "processo". «Prima cosa - dice - si trattava di vedere se quello che abbiamo sempre sostenuto, ossia che si trattava di un progetto fuori dal tempo, aveva anche nei fatti questa caratteristica effettiva. Ho fatto fare le verifiche e ho riferito. Da quando era stato pensato, nel 1987, sono cambiati a Genova il sistema del traffico, del trasporto pubblico e dei parcheggi. Il contesto si è evoluto e cambiato. A questo punto la revoca potrebbe essere un elemento che assume concretezza».
Le indiscrezioni raccontano di una stima, per risarcire Sistema Parcheggi della revoca, di circa due milioni di euro, ma Pissarello smentisce ogni cifra. Dall´eventuale risarcimento, gli uffici legali di Tursi hanno decurtato una somma che rappresenterebbe il danno ambientale e paesaggistico, che la realizzazione del park interrato avrebbe provocato alla città. E sempre a livello di voci c´è chi parla anche di una proposta che, oltre ad una parte in contanti, preveda anche una concessione alternativa, magari per un autosilos in un altro quartiere.
«Per quanto riguarda la revoca - precisa il vicesindaco - ci sono percorsi amministrativi che prevedono certi tipi di risarcimento e cause civili, nelle quali è molto più difficile definire i danni. Quello di cui si ragiona qui è un procedimento amministrativo. Noi dobbiamo partire dalle considerazioni che facevo prima: quando il park è stato pensato non c´erano isola pedonale, area blu, o parcheggi in struttura, tutte situazioni che mi fanno dire che oggi quell´intervento non ha più senso. Anche in ragione dell´analisi dei flussi di altri posteggi simili». Non è un mistero, ad esempio, che il parcheggio di piazza della Vittoria sia sottoutilizzato.
«La legge - continua il vicesindaco - prevede che dobbiamo rimborsare le spese che ci sono state. Possono esserci differenze tra quello che ipotizziamo noi e quello che chiedono loro. Il divario delle cifre può essere ampio, vedremo. Intanto partiamo con dei soldi inaspettati, che sono quelli provenienti dalla sentenza della Corte dei Conti: 400mila euro che eventualmente non andranno a pesare sulle casse del Comune».
I tempi che si è data la giunta sono stretti: «Entro fine mese finiremo l´esame della documentazione e sentiremo il parere della nostra avvocatura, a quel punto prenderemo una decisione».



news

24-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news