LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TOSCANA - «Prima i diritti, poi l’estetica». Ascensore al Castello, il sindaco Cenni difende la collocazione
VENERDÌ, 24 SETTEMBRE 2010 Pagina 2 - Prato IL TIRRENO






Ma il presidente Taiti critica la scelta della Soprintendenza

PRATO. Il sindaco Roberto Cenni chiude un occhio sull’estetica e lascia aperto l’altro che vede un intervento in favore dei disabili. Il presidente della Circoscrizione Centro, Massimo Taiti, un occhio non riesce proprio a chiuderlo. L’ascensore installato all’esterno del Castello dell’Imperatore per lui è una bruttura più unica che rara.
«L’abbattimento delle barriere architettoniche e la messa a punto dell’elevatore al Castello dell’Imperatore, fatto seguendo le indicazioni della Sovrintendenza - ha detto il sindaco Cenni -, ha generato il manifestarsi di opinioni diverse, facendo perdere di vista quello che è invece l’obiettivo di ogni comunità civile. Ovvero garantire pari opportunità in tutti i campi, soprattutto di non discriminare alcuno. Credo che il vero sfregio e la grave deturpazione siano rappresentati dalla scarsa sensibilità e dalla carenza di attenzione verso chi è costretto a vivere la città in maniera disagiata. Penso alla cattiva cultura del parcheggio selvaggio specie sui marciapiedi e alla vasta giungla - nel settore pubblico e più spesso in quello privato - delle barriere architettoniche».
«Quanto a soluzioni diverse - ha proseguito il sindaco -, mi riferisco ad entrate cosiddette secondarie, è esattamente quello che non vorrei per la nostra città. Perché la testimonianza di una sensibilità non è da nascondere, bensì da guardare come segno di civiltà e di non discriminazione».
Giusto, ma l’accesso per i disabili in Duomo, facendo un esempio su tanti, è posto lateralmente e non all’ingresso principale, proprio su indicazione della Soprintendenza. E nessuno si è mai scandalizzato. Armonia estetica e diritti civili possono, se si vuole, procedere di pari passo.
«Il progetto che sta cambiando permanentemente i connotati del Castello dell’Imperatore è stato concepito dall’ultima amministrazione di centrosinistra - ricorda Taiti - Con il colpevole assenso della Soprintendenza competente. Beninteso il problema dell’accesso al monumento delle persone disabili andava certamente risolto. Quello che è stato autorizzato, purtroppo, ha come risultato finale quello di sfregiare irreparabilmente uno dei simboli della città. Qualche anno fa, al momento della costruzione della piattaforma, avevo presentato in Consiglio Comunale un’apposita interrogazione all’allora assessore ai Lavori Pubblici Enrico Giardi suggerendo lo studio di una soluzione che minimizzasse l’impatto sullo storico Castello. Soluzione alternativa - prosegue Taiti - che, evidentemente, non è stata presa in considerazione. Il risultato del progetto è visivamente deprimente perchè deturpa il bellissimo ingresso della costruzione federiciana non permettendo più di goderne l’assetto architettonico originario. Dispiace enormemente che la Soprintendenza abbia concesso il proprio nulla osta».
«Personalmente - conclude Taiti - non ho l’intenzione di arrendermi e, per quel che sarà possibile, mi batterò affinchè possa essere reversibile l’attuale sistemazione dell’ingresso al Castello dell’Imperatore».



news

22-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 22 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news