LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SEZZE- Parco fotovoltaico, al via il Setia solar
Simone Di Giulio
IL TEMPO 25/09/2010

Con i suoi 2,5 MWp di potenza rappresenta uno dei più grandi presenti nella provincia di Latina



La mega struttura di via Roana è stata realizzata dalla ditta «InGaeta»


Si inaugura oggi il Setia solar park, che con i suoi 2,5 MWp di potenza rappresenta uno tra i più grandi parchi fotovoltaici della provincia di Latina.


A realizzare la mega struttura sita in via Roana è stata la ditta «InGaeta», che vanta un'esperienza di oltre vent'anni nel settore elettrico industriale alla continua ricerca di soluzioni tecnologicamente innovative, e che ha deciso di investire fortemente nel settore dell'energia fotovoltaica. La ditta con sede a Sabaudia ha partecipato alla crescita investendo in maniera massiccia nel settore, soprattutto grazie allo sviluppo di inseguitori solari biassiali e al numero sempre crescente di impianti installati. A fine 2009 la potenza degli impianti installati ed entrati in esercizio è superiore a 3MWp. L'idea del Setia solar park nasce nel marzo 2007, su richiesta di un potenziale investitore tedesco in Italia. Viene siglato un primo accordo in cui il ruolo dell'azienda pontina è quello di sviluppare il progetto e le autorizzazioni, ricercare e acquistare il sito, realizzare l'impianto. Tutto ciò sarebbe stato finanziato e acquistato da un fondo di investimento per un valore ipotizzato di 12 milioni di Euro. Nel 2008, individuato un terreno di circa 6 ettari pianeggiante e libero da ostacoli, ne viene formalizzato l'acquisto. 5 dei 6 ettari costituiranno l'attuale sito di Setia solar park. Subito dopo inizia l'iter autorizzativo che si scoprirà sin dai primi momenti pieno di ostacoli mentre le trattative con l'azienda tedesca rallentano bruscamente. Trattandosi di uno dei primi impianti di questo genere l'iter è particolarmente lungo e complesso e denota sostanzialmente l'inesperienza nel settore di tutti i soggetti, nonché il ruolo primario delle normative, della burocrazia e dei relativi tempi. Vengono coinvolti un numero elevato di enti tra cui l'amministrazione provinciale, la Regione Lazio, la Soprintendenza dei beni archeologici, il Comune di Sezze e l'Enel. Il 24 giugno 2009 viene emessa dalla Provincia di Latina l'autorizzazione unica per la realizzazione e l'esercizio dell'impianto fotovoltaico da 2.502,5 KWp e relativo elettrodotto di connessione alla rete nazionale a favore di InGaeta ma nel secondo semestre 2009 i rapporti con gli investitori tedeschi si interrompono. Dopo 100 giorni di lavoro l'impianto viene ultimato e finalmente il 30 agosto 2010 Setia Solar Park viene connesso alla rete ed entra ufficialmente in esercizio, sotto un ottimo auspicio: già il primo giorno di connessione vengono toccate punte di generazione di oltre 2 MW.




news

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

11-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 gennaio 2021

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news