LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Sgarbi vuole riprendersi Venezia
Pierre de Nolac
Italia Oggi 25/9/2010

Il critico non più soprintendente, ma tenta un nuovo assalto

Vittorio Sgarbi, bocciato dalla Corte dei Conti, non è più soprintendente al polo museale di Venezia. Ma vuole tornare comunque in laguna. E al ministero per i beni e le attività culturali non è stato ancora notificato nulla, da parte della magistratura contabile: per questo è stata nominata una reggente, Annamaria Spiazzi, per attendere le comunicazioni ufficiali della Corte. Con Sgarbi che ha scelto di prendere quindici giorni di ferie, attendendo lo sviluppo della situazione e il lavoro dei legali. In via del Collegio Romano si vive con tranquillità la sorte dell'ex sottosegretario, che non manca di farsi vedere negli uffici: dopo aver partecipato a una conferenza stampa al Maxxi di via Guido Reni, dove era presente Francesco Maria Giro (il vice di Sandro Bondi), l'altro giorno Sgarbi ha contattato diversi dirigenti ministeriali. Le voci che girano sul futuro del critico d'arte sono quasi infinite: ha già occupato i ruoli di dirigente generale dell'assessorato alla cultura della regione Sicilia, di alto commissario della villa del Casale a Piazza Armerina, e molto altro ancora. E Sgarbi, che voleva fare l'assessore capitolino alle politiche culturali al posto di Umberto Croppi, con il sindaco di Roma Gianni Alemanno ha ancora il dente avvelenato: tanto che si era sparsa anche la voce di un suo arrivo nella struttura del Palazzo delle Esposizioni di via Nazionale. L'amicizia con Emmanuele Emanuele, il numero uno dell'istituzione culturale, è solida: tanto che l'attesa mostra dedicata al genio di Lorenzo Lotto, in programma l'anno prossimo nelle sale delle Scuderie del Quirinale, arriverà anche a Venezia proprio grazie a Sgarbi. Intanto a Venezia sta procurando alcuni grattacapi la scelta di Vittorio di ingaggiare la pornostar Vittoria Risi, che si è resa protagonista di uno spogliarello nelle sale di palazzo Grimani, davanti al dipinto di Giorgione «La nuda». Intanto il critico d'arte lancia una nuova sfida, quella di una forza militare internazionale dedicata alla salvaguardia delle opere d'arte, cominciando con la tutela dei capolavori presenti in Iraq e nel Kosovo: «Ritengo che ciò che l'Unesco ha dichiarato patrimonio dell'umanità debba godere di una vigilanza internazionale indipendente. Devono essere tutelati siti e musei e per questo credo che siano necessari dai 40 ai 50 mila militari ben equipaggiati, proprio come gli americani. Gli stessi iracheni, che non sono, credo, un numero sufficiente, sarebbero soggetti a minacce, ritorsioni o potrebbero essere presi in ostaggio. E certo non possono essere lasciati presidi solo in qualche punto». Per questi obiettivi «si potrebbe creare una sorta di polizia internazionale che tuteli i siti di rilievo e i musei come quello di Baghdad: presidi consistenti data la forza dei combattenti iracheni. Quando in un paese come l'Iraq o il Kosovo si smobilitano le forze militari internazionali, purtroppo si smobilita anche la sicurezza. Il problema c'è ma la soluzione è difficile».



news

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

11-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 gennaio 2021

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news