LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PIEMONTE - Vergnano: si rischia il Carlo Felice bis dicano che sistema culturale vogliono
SARA STRIPPOLI
SABATO, 25 SETTEMBRE 2010 LA REPUBBLICA - Torino



Christillin immagina giornate di chiusura simbolica dello Stabile, il sovrintendente del Regio attacca




L´Agis chiedono a Cota e Chiamparino un incontro: "Non facciamo distinzioni"


«A questo punto è inutile mettersi lì a fare i conti della spesa, 400 mila in meno di qua, 800 di là, centrosinistra o centrodestra. Ci dicano quale sistema culturale vogliono, se interessa un Teatro lirico o non interessa, se vogliamo trovarci nella situazione del Carlo Felice di Genova, dove adesso si vive il dramma della collocazione dei dipendenti». Il sovrintendente del Regio Valter Vergnano parla con il tono pacato di chi lascia intendere che il vaso è colmo ma combattere ad oltranza non serve. «In totale, fra Stato, Regione e Comune, nel 2010 abbiamo entrate in diminuzione per più di 5 milioni di euro, su un bilancio generale di 40 milioni. Non facciamone però una questione di cifre, ma di sostanza». L´esempio è a soli 150 chilometri di distanza, a Genova, dove il problema ha superato il tema del futuro del teatro ed è diventato occupazionale, che farne dei lavoratori? Il 4 ottobre ci sarà la prima riunione del nuovo consiglio di amministrazione del Regio, ricorda Vergnano «e prima di allora fare dichiarazioni su cifre e provvedimenti sarebbe sbagliato, ma mi sento di dire che se noi abbiamo il dovere di rispettare gli impegni presi sul rispetto del budget e il contenimento delle spese, chi amministra avrebbe il dovere di garantire che le cifre indicate restino quelle. Non resta che augurarci che si trovi una soluzione condivisa e che il quadro cambi».
Mentre la presidente di Torino musei Giovanna Cattaneo Incisa, fuori Torino in questi giorni, preferisce non commentare senza avere un quadro chiaro della situazione («Ho solo avuto la notizia dei tagli del Comune ma non ho alcun dettaglio»), la presidente del Teatro Stabile Evelina Christillin ha posizioni molto simili a quelle del sovrintendente del Regio, ma aggiunge di essere pronta a organizzare giornate di chiusura simboliche per attirare l´attenzione sulla necessità di chiarire in modo definitivo una situazione non più sostenibile. In mattinata esce da una vivace seduta del cda dell´Agis e comunica di aver inviato una lettera a Chiamparino e Cota perché fissino un incontro al più presto: «Abbiamo chiesto di parlare con tutti e due insieme perché non facciamo alcuna distinzione fra Comune e Regione, non ci sono tagli buoni e tagli cattivi. A questo punto però sono i politici e gli amministratori a doverci dire cosa vogliono fare della nostra cultura. Peraltro i tagli del Comune ci sono piovuti addosso, non ne sapevamo nulla». La situazione di bilancio dello Stabile è difficile, incalza la presidente: «Mancano ancora all´appello 15 milioni (crediti dal 2008) che attendiamo dai soci fondatori e con quello che ho in cassa adesso posso pagare due mesi di stipendi e nient´altro». Il direttore della Museo del Cinema Alberto Barbera dice di volersi limitare ai fatti tralasciando ogni commento: «Il Comune ci ha convocato a luglio dicendo che avrebbe tagliato 200mila euro, adesso scopriamo che ne tagliano altri 200. Peccato che dopo la riduzione di 1 milione di euro nel 2008 avessimo chiuso un accordo per il quale noi ci impegnavamo a contenere al massimo le spese, e loro a comunicarci in anticipo le somme che sarebbero state a nostra disposizione, mantenendole invariate. Promesse non mantenute».
Francesca Cilluffo, responsabile cultura del Pd, interviene sull´azzeramento del budget alle biblioteche: «Meno nomine e più libri - dice - Tagliano quando proprio dalle biblioteche si dovrebbe ripartire a fare investimenti. Piuttosto, si poteva evitare di nominare i nuovi dirigenti del Comune, dei quali è dubbia l´utilità, in ossequio ad una odiosa prassi di fine mandato».



news

26-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 26 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news