LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Ragghianti, arte medievale senza veli
Sandro Bennucci
La Nazione – Firenze 24/9/2010

Lucca e l’ Europa: celebrazioni per il centenario dalla nascita dello studioso

“Fece parlare” gli oggetti, Carlo Ludovico Ragghianti. Li studiò per capire e descrivere l'arte italiana del Medioevo. Nell'ultima parte della sua vita, chiusa nel 1987, riprese e aggiornò i volumi editi una ventina d'anni prima, fra il 1968 e il 1969. Risultato? Rilettura e riscrittura, ottenute desumendo la poetica degli artisti e la storia della produzione dei manufatti. Così, la sola analisi delle «cose», ha permesso di squarciare i veli della parte meno indagata dagli studiosi: il periodo dal V al X secolo. E questa vera e propria scoperta, fatta da uno dei più illuminati storici e teorici dell'arte, sarà al centro della mostra «Lucca e l'Europa, un'idea del Medioevo», aperta da domani, al 9 gennaio 2011, nel complesso monumentale di San Micheletto. Una mostra, abbiamo detto. Ma soprattutto un evento. Per Lucca e tutta la Toscana. Perché Ragghianti, di cui ricorre il centenario della nascita, ha rappresentato molto. In lui, accanto all'intellettuale capace d'indagare il fare artistico in tutte le forme, con contributi fondamentali dall'archeologia all'architettura, dalla pittura alla scultura, dal teatro alla danza e al cinema, in lui, dicevamo, ha convissuto l'uomo dal grande impegno politico e sociale. Partecipò in prima linea alla Resistenza e alla lotta contro il fascismo, fu tra i fondatori del partito d'azione e guidò il CLN toscano che l'11 agosto del 1944 liberò Firenze. Un anno dopo diventò sottosegretario alla pubblica istruzione con delega alle Belle arti e allo spettacolo nel primo governo dell'Italia libera, presieduto da Ferruccio Parri. E' vero che era nato a Lucca, ma stupisce che Firenze non gli abbia tributato, almeno finora, l'omaggio dovuto. Un gesto di riconoscimento, c'è stato ieri, per la presentazione della mostra a Palazzo Panciatichi, sede del Consiglio regionale. Con Nicola Danti, presidente della commissione cultura (che ha lanciato l'allarme, ricordando che la Fondazione Ragghianti è fra i 33 enti toscani inseriti nella lista nera del ministro Bondi e rischia di vedersi tagliare i contributi statali), e Marco Remaschi, presidente della commissione sanità (che ha lodato l'iniziativa come valore aggiunto per la cultura toscana). Presenti Giovanni Cattani e Anna Maria Filieri, presidente e direttore della Fondazione Ragghianti, che hanno spiegato la mostra: una selezione di opere dal quinto al decimo secolo, divise in undici sezioni. Ci sono monete, manufatti in avorio e oreficeria che conducono al Medioevo riscoperto da Ragghianti.



news

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

11-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 gennaio 2021

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news