LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VERONA - Piazza Corrubbio, è giallo sul «nulla osta» per i lavori
Sabato 25 Settembre 2010 CRONACA Pagina 15 L'ARENA



SAN ZENO. L'assessore replica al Pd e annuncia l'apertura del cantiere per il contestato parcheggio sotterraneo




Corsi: «Non ci sono più ostacoli, adesso si parte» Ma un documento della Soprintendenza dice: «In queste condizioni, nessun permesso»

Si tinge di giallo la telenovela del parcheggio interrato di piazza Corrubbio, a San Zeno. L'assessore alle mobilità Enrico Corsi replica agli attacchi del Pd e del comitato Salviamo piazza Corrubbio e dice che i lavori stanno partendo, dopo il via libera della Soprintendenza ai beni archeologici. Ma Mao Valpiana, portavoce del comitato, cita un documento in cui la Soprintendenza dice che non dà il nulla osta per i lavori se prima tutti i reperti non sono stati asportati.
Corsi, con il presidente della circoscrizione Centro Matteo Gelmetti, attacca: «Perché il Pd, che qualche anno fa quando amministrava questa città ha deciso di realizzare questo parcheggio, ora si dichiara contrario?», si chiede Corsi: «Perché quando ha deciso di farlo non ha interpellato la circoscrizione e i cittadini? E perché il comitato di Valpiana non ha mai protestato a quel tempo?».
«L'attuale amministrazione sta gestendo una situazione ereditata, cerca di risolvere nel miglior modo possibile le difficoltà, comprensibili e condivisibili, dei cittadini di San Zeno», spiega l'assessore, ricordando che il sindaco Tosi ha già firmato un'ordinanza che prevede una maggiore illuminazione nella zona del parcheggio. Per Gelmetti «fomentare le polemiche gettando benzina sul fuoco, come fa il Pd, a questo punto è da irresponsabili, anche perché la circoscrizione e di conseguenza i cittadini non sono mai stati coinvolti dalla precedente amministrazione nella decisione di realizzare o meno questo parcheggio. Siamo anzi stati interpellati per la prima volta da questa amministrazione. Ora l'unica cosa da fare è collaborare responsabilmente, cercando il confronto e scegliendo le soluzioni migliori per la parte in superficie». Corsi sostiene che «terminate le indagini archeologiche preventive la Soprintendenza ha dato il nulla osta e quindi i lavori proseguiranno», anche se poi precisa che «non è un vero e proprio nulla osta. Abbiamo però avuto un incontro in cui la Soprintendenza ha detto che la ditta può partire, anche se nella zona centrale della piazza devono ancora essere asportati reperti». Però «è già iniziato lo spostamento dei sottoservizi, cui seguirà la realizzazione delle paratie e poi il parcheggio vero e proprio».
Sul via libera, però, Valpiana non è d'accordo. «Da giorni Corsi dichiara che la Soprintendenza ha dato il via libera alle ruspe, lasciando intendere che non sono stati trovati reperti degni di nota», dice in una nota. «Invece sappiamo, da un documento ufficiale di cui siamo venuti in possesso, inviato dalla Soprintendenza ai Beni archeologici del Veneto alla Ditta Rettondini e per conoscenza allo stesso assessore Corsi in data 13 settembre 2010, che la Soprintendenza non può rilasciare alcun nulla-osta al richiesto scavo generale di sbancamento» e che «lo scavo archeologico preliminare deve ancora essere completato, in particolare per quanto riguarda una terza abside individuata in una fascia della piazza non ancora esplorata».
Valpiana, dunque, aggiunge: «Noi siamo certi che altre sorprese arriveranno dalla piazza. E rimaniamo convinti che questo parcheggio si può fermare. L'atteggiamento dell'assessore è incomprensibile. Non ci interessa entrare nella polemica fra la Lega, il Pdl e il Pd. La storia di questo parcheggio è risaputa. È noto anche che i sanzenati vi si oppongono dal 2003, con la prima raccolta di 700 firme. Ci interessa quello che si può fare da ora in avanti per salvare piazza Corrubbio dallo scempio. E a questo punto ribadiamo una nostra proposta avanzata già un anno fa: chiediamo un pubblico confronto fra noi e l'assessore, perché riteniamo che molti siano gli aspetti che meritano di essere chiariti».E.G.



news

24-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news