LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VERONA - Il bastione del Sanmicheli ridotto a una discarica
L'ARENA - Sabato 25 Settembre 2010 CRONACA Pagina 17



PULIAMO IL MONDO. Iniziata la campagna di Legambiente per risanare siti di pregio degradati




Il San Francesco pulito da rifiuti e piante infestanti

Frigoriferi, vecchi televisori e stereo, rifiuti d'ogni genere. È quanto hanno trovato nel bastione San Francesco, in via dell'Autiere, i volontari di Legambiente impegnati nella prima giornata di «Puliamo il Mondo».
L' iniziativa a salvaguardia dell'ambiente è giunta alla 17ma edizione e si lega all'evento mondiale «Clean up the world». Per questa edizione Legambiente Verona ha deciso di ripulire due aree delle mura, con l'intento di mettere in evidenza le bellezze naturalistiche e i manufatti architettonici poco conosciuti. Il bastione San Francesco è un'opera cinquecentesca di Michele Sammicheli e per gli storici dell'associazione ambientalista è da ritenersi tra le più importanti. Da alcuni mesi la gestione di questo tratto delle mura è stata data dall'amministrazione comunale a Legambiente e subito i volontari si sono preoccupati di chiuderne l'entrata bloccando il cancello con un enorme lucchetto, per evitare che i senzatetto continuassero ad accedervi. Infatti al suo interno si trova un edificio su due piani e una stalla dove fino alla fine della seconda guerra mondiale viveva il cocchiere di piazza Bra. Ora sarà premura di Legambiente proporre alla Sovrintendenza progetti di recupero dell'area che con il bastione di Spagna e le porte Nuova e Palio sono quanto resta delle cinta cinquecentesca veneziana realizzata alla destra dell'Adige, dopo le demolizioni delle truppe napoleoniche. Dopo la guerra il bastione San Francesco è rimasto coperto dalle diverse costruzioni abusive, e la strada che lo costeggia lo ha definitivamente marginalizzato.
Per entrare, i volontari hanno prima dovuto usare tagliaerba, decespugliatori e roncole per liberare l'entrata dalle piante infestanti. «Siamo riusciti a ripulire la piazza bassa e la poterna di accesso del bastione», ha spiegato Carlo Furlan, del direttivo nazionale di Legambiente. Armati di falcetto, c'erano i volontari della protezione civile di Legambiente specializzati nella salvaguardia dei beni monumentali, Gabriele Coletti, Gaia Zuffa, Marina D'Alcini, Sandra Hoffer, Juliette Ferdinande.
«Puliamo il Mondo» torna domani nel vallo di Cangrande, in via Caroto. Dalle 9.30 alle 13 i cittadini potranno unirsi ai volontari e contribuire a ripulire un altro tratto di mura.A.Z.



news

22-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 22 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news