LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA Palma: oratorio Ss Rosario, via al restauro
LA SICILIA Sabato 25 Settembre 2010 Agrigento, pagina 46


Affidato l'incarico per il progetto esecutivo per la sistemazione del monumento '700. Lavori da mezzo milione





Palma di Montechiaro. Dopo decenni di abbandono e di mancati interventi di manutenzione straordinaria, si potrà finalmente restaurare l'oratorio del Santissimo Rosario, uno dei «gioielli» più pregevoli del barocco siciliano. L'oratorio del SS Rosario fiancheggia sul lato est la chiesa Madre in maniera simmetrica rispetto all'altro oratorio del SS Sacramento, posto sul lato ovest e per il suo recupero architettonico Antonino Amico, governatore dell'omonima Confraternita, istituita il 5 settembre del 1638 dal duca Don Giulio Tomasi, ha incaricato gli architetti Epifanio Salerno e Giuseppe Picarella a redigere il progetto esecutivo. L'elaborato, munito dei pareri positivi dell'Utc, della soprintendenza e dell'Asp, è stato trasmesso all'Assessorato regionale dei Lavori pubblici per la richiesta del finanziamento per l'importo di oltre 500 mila euro. La settecentesca struttura, seppur di modeste dimensioni, si presenta ancora riccamente decorata di stucchi e pitture considerati di notevole fattura. Vi si conservano inoltre diversi affreschi e tele dipinte dal celebre pittore palmese Domenico Provenzani, eccetto il quadrone dell'altare, ritenuto di ignoto autore, raffigurante la Madonna del Rosario, il cui restaurato venne eseguito dallo stesso pittore Provenzani mentre era curatore della Confraternita. Ai lati della piccola chiesa spiccano i seggi in legno scolpiti dove siedono i confrati dell'oratorio e al centro dell'ingresso lo scranno del governatore con soprastante una bellissima tela del Provenzani con l'emblema dell'Ordine dei Domenicani. Di grande interesse artistico inoltre sono la cantoria e l'organo lignei decorati. A causa del degrado però questi preziosi cimeli, lasciati in eredità dal duca Don Giulio Tomasi, rischiano irrimediabilmente di rovinarsi, specie a causa delle infiltrazioni di acqua, provocate da una cattiva manutenzione della copertura e considerate tra le cause principali del deterioramento repentino degli stucchi, nonché del distacco dell'intonaco tra le pareti dell'altare ed i muri longitudinali della navata. Hanno subito anche notevoli danni i preziosi affreschi e le tele del Provenzani. Con il progetto affidato agli architetti Epifanio Salerno e Giuseppe Picarella, pertanto, finalmente si potrà avviare il tanto auspicato recupero e restauro dell'oratorio dedicato alla Madonna del SS Rosario, patrona del paese, per poterlo così consegnare alla storia e all'arte e per poterlo fare inserire anche tra i monumenti da fare visitare ai turisti, per molti dei quali Palma costituisce ormai una tra le mete siciliane più ricercate.
FILIPPO BELLIA


25/09/2010



news

24-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news