LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TOSCANA- FORTE. Schiaffo della Soprintendenza: «Fuori Roma Imperiale dal Piano prima casa»
DOMENICA, 26 SETTEMBRE 2010 IL TIRRENO - Viareggio



Lettera al comune: «Bisogna evitare un danno irreparabile»



La Soprintendenza di Lucca ha invitato formalmente il comune di Forte dei Marmi a “stralciare” tutta la zona di Roma Imperiale dal piano per la prima casa.
La lettera, firmata dal responsabile dell’istruttoria Salvatore Gioeli e dall’architetto Glauco Borella, è arrivata nei giorni scorsi al municipio di piazza Dante.
Un’iniziativa nata dalla segnalazione che alla Soprintendenza era arrivata ad opera di Fernanda Giulini, presidente dell’Ente delle ville versiliesi. Proprio Giulini, infatti, è uno dei protagonisti più combattivi contro il frazionamento delle case che - secondo quanto previsto dal piano adottato in consiglio comunale - dovrebbe interessare gran parte del territorio comunale e di Roma Imperiale. Fuori dalle previsioni del piano, infatti, rimarrebbero solo le case di più elevato valore storico e architettonico.
La Soprintendenza ricorda che «la parte di Forte dei Marmi denominata Roma Imperiale, fra la via XX settembre e via Nizza, è frutto di un progetto globale di città giardino che trae la sua forza e la sua bellezza dal fatto che grandi giardini confinanti l’uno all’altro creano un unico paesaggio urbano, ospitando ville unifamiliari che testimoniano la storia di Forte». Per questo la Soprintendenza «invita l’amministrazione comunale a provvedere all’esclusione della zona dal piano di intervento, al fine di evitare un danno irreparabile» a una località tutelata, fra l’altro, dal codice dei beni culturali e del paesaggio.
La lettera con la certezza, da parte della Soprintendenza, che il comune vorrà «nello spirito di collaborazione tra enti, tenere in cosiderazione le osservazioni e le perplessità sollevate da questo ufficio».
Resta da vedere se e come l’amministrazione guidata da Umberto Buratti terrà conto dei rilievi della soprintendenza. Dopo le critiche e le preoccupazioni di questa estate un primo passo è stato annunciato con l’allungamento da 20 a 30 anni del periodo entro il quale il residente non potrà vendere la casa ottenuta con il frazionamento. La Soprintendenza, però, chiede di più. E non è da escludere che proprio i rilievi dell’ente lucchese vengano recepiti in un’osservazione “d’ufficio” in previsione dell’approvazione definitiva del piano.
Certo è che la lettera di Borella dà frecce all’arco dell’opposizione. «Già da tempo avevamo posto questi problemi - ricorda James Popper, consigliere comunale e candidato sindaco del Pdl -. Queste osservazioni fanno il paio con quelle del difensore civico. Il rischio è che le modifiche che si dovranno fare al piano siano sostanziali. E che, quindi, il documento possa “prestare il fianco” a eventuali ricorsi al tribunale amministrativo



news

24-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news