LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

MOLISE - Il «fai da te» delle commissioni paesaggistiche
Claudio de Luca
27/09/2010 IL TEMPO

La Regione invia le pratiche da esaminare senza controllare i requisiti dei funzionari


Oggi Comuni grandi e piccoli del Molise possono essere delegati per il rilascio delle autorizzazioni paesaggistiche, già di competenza regionale.


Ma hanno proceduto senza assumere comportamenti unanimi, benché Palazzo Moffa avesse prefissato i requisiti dei componenti della Commissione locale (“soggetti con specifica esperienza, in possesso di titoli abilitativi per l'iscrizione all'Ordine degli architetti pianificatori paesaggisti e conservatori”). Alcuni enti, per trasparenza amministrativa, hanno preferito emanare un avviso pubblico. Dai curricula vitae, doveva rilevarsi una pluriennale e qualificata esperienza maturata nella tutela del paesaggio attraverso l'esercizio della libera professione in territori riconosciuti di particolare pregio paesaggistico oppure mediante l'abituale esercizio di attività riguardanti la tutela del paesaggio all'interno di amministrazioni pubbliche. Altri, invece, approvati i testi regolamentari (spesso illegittimamente innovativi rispetto alla fonte giuridica di grado superiore), hanno preteso di potere selezionare all'interno della propria struttura tecnica. E sino a qui niente di male se i requisiti che la Regione chiedeva fossero sussistiti. Però, in molti casi, non è stato così e sono stati nominati dipendenti (ed altri soggetti qualificati tali) provenienti sì dai ruoli dei geometri, degli ingegneri e degli architetti ma del tutto privi del requisito-principe del possesso dell'abilitazione in pianificazione paesaggistica e conservativa. Spesso i Regolamenti hanno chiamato a presiedere la Commissione (qualificandolo “membro di diritto”) lo stesso funzionario che poi avrebbe dovuto sottoscrivere l'autorizzazione, in tal modo violando i principi di diritto amministrativo laddove viene distinto tra amministrazione attiva e consultiva. In effetti, se, col rilascio dell'autorizzazione, la prima incide nella sfera giuridica dei terzi e la seconda consiste nell'attività valutativa, diretta ad acquisire determinate conoscenze da utilizzare dalla prima, come sarebbe possibile far coincidere nella medesima persona fisica le due figure? Si sono pure registrate altre “licenze” nel separare la struttura per le pratiche urbanistiche ed edilizie e quella per la vigilanza sul paesaggio. Pure in questo caso, sono state individuate figure prive di una particolare specializzazione (come disegnatori o persone munite di altre qualifiche sui generis). Or bene, se questi requisiti dovevano essere adeguatamente documentati, com'è che – tra agosto e settembre – la Regione ha proceduto a trasmettere comunque i faldoni delle pratiche da istruire ai vari Comuni senza avere rilevato le incongruenze di determinate scelte professionali? L'impressione è quella per cui per all'ente sovraordinato interessasse soprattutto alleviarsi di un lavoro per affibbiarlo comunque ad altri, pur in carenza dei parametri previsti.








news

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

11-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 gennaio 2021

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news