LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

FANO - Progetto terme, in vista un nuovo stop
CORRIERE ADRIATICO, 27 SETTEMBRE 2010



L’intervento edilizio rivisto all’esame della Soprintendenza. Lupus: “Il parere non sarà positivo”


Fano La vicenda della variante delle Terme di Carignano sta vivendo un momento cruciale. Dopo i paletti imposti dalla Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici delle Marche, che aveva chiesto di limitare al massimo l’edificazione e il consumo del territorio considerato che quell’area è soggetta ad un forte vincolo paesaggistico, è stato redatto un nuovo progetto, ora all’esame dell’organo istituzionale.

Le modifiche

“Da alcune indiscrezioni sembra che il parere non sarà positivo, la notizia è ancora ufficiosa – sottolinea Claudio Orazi di Lupus in Fabula – aspettiamo la conferma ufficiale dopo la richiesta di accesso agli atti. Il nuovo progetto, da quello che ci risulta, è stato inoltrato dal Comune di Fano alla Soprintendenza nella prima metà di agosto, i proponenti, rispetto alla proposta iniziale, hanno fatto un taglio di 4000 metri quadrati, ma in sostanza è rimasto invariato”.

La superficie utile lorda (il cosiddetto Sul) sarebbe passata dai 58.000 mq iniziali ai 53.800 mq del nuovo progetto, con la cancellazione della piscina pubblica.

“Una scelta che non va certo ad incidere sulla società Terme di Carignano visto che la piscina sarebbe stata realizzata dal Comune – pone l’accento Orazi -. Per il resto le case sono rimaste, ma accorpate nella parte centrale, così come le residenze turistiche e una destinazione ad alberghiero veramente esagerata. E’ cambiata la destinazione d’uso della parte commerciale dedicata alla grande distribuzione, trasformata in commercio di vicinato”.

L’altro elemento di novità sarebbe la creazione di un parco fotovoltaico a terra di 16.000 mq, nell’area in cui il progetto iniziale prevedeva le abitazioni, ora accorpate al centro. “Anche questa scelta dimostra l’approssimazione del progetto – sottolinea ancora Orazi – la soluzione migliore sarebbe stata quella di installare i pannelli fotovoltaici sui tetti degli edifici”.

Come è noto il progetto di ampliamento delle Terme di Carignano è una variante, che interessa un’area di 60 ettari soggetta a vincolo paesaggistico, frutto di un accordo di programma tra Comune di Fano, Comune di Pesaro, Provincia di Pesaro e Urbino e società Terme di Carignano.

Contro la cementificazione del territorio e con l’obiettivo di promuovere lo sviluppo equilibrato dell’area di Carignano, da alcuni mesi si è mobilitato il comitato Carignano terme nostre, che aderisce al movimento Stop al consumo di territorio e fa parte dell’associazione ReTe dei comitati per la difesa del territorio.

Il comitato ha espresso molteplici dubbi sulla qualità del progetto, perché ritiene che la superficie di intervento sia troppo estesa e implichi un notevole consumo di territorio agricolo, e che la cubatura comprenda funzioni non attinenti al termalismo.

Le critiche

Inoltre, in assenza di progettazione particolareggiata, il comitato ritiene che non vi siano sufficienti garanzie sulla qualità del progetto e sul suo corretto inserimento nel paesaggio e chiede studi economici di settore in grado di dimostrare le reali prospettive di sviluppo turistico del nuovo centro termale, verifiche dell’impatto che il nuovo centro termale avrebbe sulle attività economiche esistenti, ulteriori indagini sulle portate delle risorse idriche sotterranee e la valorizzazione del borgo medioevale di Carignano, posto te chilometri dalla terme dalle terme.
Federica Giovannini,



news

24-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news