LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

FIRENZE - URBANISTICA. Prosperius, verso la sanatoria gli abusi costano settemila euro
ERNESTO FERRARA
MERCOLEDÌ, 29 SETTEMBRE 2010 La Repubblica - Firenze

San Domenico, il Comune potrebbe chiudere con una multa il caso dei lavori per il nuovo centro


Ma prosegue il processo: tra gli imputati Bigazzi, proprietario dell´istituto


San Domenico: il contenzioso fra Palazzo Vecchio e il professor Mario Bigazzi, che sta costruendo un centro sanitario finito al centro di un procedimento penale, nel quale vuole trasferire l´istituto di analisi Prosperius di viale Belfiore, il centro di riabilitazione di via Masaccio e le attività chirurgiche oggi concentrate a villa Cherubini, potrebbe chiudersi nelle prossime settimane con una sanatoria di tutti gli abusi edilizi e paesaggistici commessi. E con una serie di multe per cifre irrisorie, forse 6-7 mila euro in tutto tra le sanzioni che potrebbero essere comminate per lo sbancamento sopra misura della collina (poco più di mille euro) e quelle per le difformità nei lavori interni rispetto alle carte progettuali e alle varianti autorizzate (si parla di una cifra superiore ai 5 mila euro).
Non è ancora detta l´ultima parola perché Bigazzi, che mercoledì 22 ha incontrato i tecnici dell´urbanistica del Comune insieme all´architetto Rizzò, non ha per ora ottenuto l´ok alla sanatoria. Il cantiere resta sotto sequestro penale e il processo va comunque avanti e potrebbe avere esiti diversi e più pesanti, tali per cui di fronte alle irregolarità commesse le multe alla fine potrebbero non bastare. Dal Comune per ora però si apprende che la sanatoria, già richiesta nei primi mesi del 2010, potrebbe essere effettivamente concessa a breve. Del resto la società Fonte Nuova, che costruisce a San Domenico, ha fretta di andare avanti, vuole completare l´intervento iniziato sulla strada che porta a Fiesole nel 2007 (un edificio a forma di "H" che alla fine sarà di circa 13 mila metri quadri) e aprire i battenti di quello che il professor Bigazzi sogna da tempo: un centro sanitario-ospedaliero sulle pendici di Fiesole in cui riunire una residenza sanitaria assistita (80 posti convenzionati più altri per le liste comunali), gli ambulatori chirurgici, la riabilitazione e le analisi. E proprio perché ha fretta è intenzionato a fornire a Palazzo Vecchio, che ne ha fatto esplicita richiesta, tutte le carte integrative necessarie per avere la sanatoria.
Dal Comune si fa sapere che la procedura (è la seconda domanda di sanatoria che Bigazzi presenta, la prima è del 2008) sarà istruita in maniera definitiva non appena saranno arrivate tutte le tavole progettuali integrative richieste (si prevede possano essere recapitate in Comune già nella prossima settimana) e però si fa notare che nulla sarà fatto secondo margini di discrezionalità. Non si chiuderà nessun occhio: ad oggi paiono esserci buone possibilità che alla fine la sanatoria verrà concessa, ma è pur vero che le carte di Bigazzi dovranno ripassare al vaglio sia della commissione edilizia che di quella paesaggistica. Colpi di scena non se ne prevedono: ma la parola fine su questa vicenda non è scritta. È semmai la strada che pare tracciata. Per quel che riguarda lo sbancamento esterno sul versante di San Domenico - ben più massiccio di quello autorizzato - la società costruttrice si potrebbe trovare alla fine costretta a pagare due multe per i danni ambientali e, come ha chiesto il Comune, a ripristinare le pendici rimpiazzando la terra portata via illegittimamente con altra terra. Per le irregolarità che sarebbero state commesse per i lavori interni al fabbricato già costruito, invece, Bigazzi potrebbe cavarsela con una serie di multe: ha eseguito lavori non autorizzati o comunque prima di aver avuto le necessarie autorizzazioni ma non per questo le parti costruite illegittimamente dovranno essere abbattute. Secondo le valutazioni che i tecnici comunali hanno fatto finora, alla fine dovrebbero scattare solo sanzioni che prevedono pagamenti forfettari per gli abusi in base alle superfici utili lorde costruite senza permesso o prima di averlo. Una volta avuto l´ok alla sanatoria urbanistica Bigazzi dovrà ottenere, sempre da Palazzo Vecchio, il rinnovo della convenzione per portare l´attività a San Domenico: non si tratta più di una convenzione sociale come previsto all´inizio, ma di una convenzione sanitaria dal momento che ci si faranno attività chirurgiche. La direzione sociale del Comune appare per ora intenzionata a dire sì a Bigazzi: poi dovranno farlo la giunta Renzi e il consiglio comunale.



news

24-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news