LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ROMA - "Apriremo al pubblico i gioielli del Palatino e dagli ologrammi rinascerà il Colosseo com´era"
CARLO ALBERTO BUCCI
MERCOLEDÌ, 29 SETTEMBRE 2010 La Repubblica - Roma

Proietti, ultimo giorno da soprintendente archeologo


«Sarà possibile a breve aprire stabilmente al pubblico tutti i gioielli del Palatino e del Foro, come il Tempio di Romolo o la casa di Livia, ma anche il terzo anello del Colosseo. Fino al medagliere di palazzo Massimo». L´ultimo giorno di Giuseppe Proietti da soprintendente è dedicato alla bozza di un accordo che, se passa il referendum tra i dipendenti, potrà tra l´altro permettere di trovare in società esterne quei custodi che mancano ai siti e ai musei della più grande soprintendenza d´Italia. Ma l´archeologo che va in pensione lascia anche un progetto avveniristico al suo successore: «Creare ologrammi nel Colosseo che restituiscano la visione di come era davvero il monumento».
Le gradinate, l´arena, le sculture: ma non è un rifacimento?
«Assolutamente no. Con l´istituto di Ottica della facoltà di Fisica della Sapienza abbiamo iniziato a lavorare all´idea di un "arcobaleno" al Colosseo. Su un supporto di acqua nebulizzata do grande altezza si possono proiettare particelle luminose con il laser che ridaranno ai turisti, memori delle scene di Quo vadis o del Gladiatore, l´immagine tridimensionale di una porzione dell´anfiteatro così come era ai tempi dei Flavi».
E sull´uso dei monumenti per manifestazioni e concerti, qual è la sua linea?
«Si tende a considerare l´area archeologica centrale una "piazza" cittadina. È comprensibile. Ma il compito del soprintendente è tutelare i monumenti anche dal punto di vista del decoro. E i turisti che si affacciano dalle Arcate severiane ci chiedono come mai nel Circo Massimo trovano stand, capannoni, perfino campi di calcio. I milioni di stranieri vogliono ammirare questa meraviglia dell´antica Roma. E stiamo attenti a non deluderli perché il nostro patrimonio archeologico rappresenta la fonte di una voce importante del Pil cittadino».
Le Arcate severiane però si possono vedere solo in alcuni giorni. E gran parte del Palatino è chiuso al pubblico.
«Ciò è dovuto a un deficit di organico. Il più grande problema della soprintendenza di Roma non è la mancanza di fondi - grazie all´autonomia siamo abbastanza ricchi e poi stiamo per ricevere 14 milioni che nei bilanci consuntivi degli anni scorsi erano stati bloccati dal ministero dell´Economia - ma l´impossibilità di assumere personale».
Per questo ha aperto un tavolo con i sindacati.
«La speranza è riuscire a trovare all´esterno, come facciamo già per archeologi e amministrativi, gli addetti alla vigilanza che potranno permettere di aprire stabilmente al pubblico zone chiuse come il Tempio di Venere e Roma, la rampa domizianea, la Schola preconum, i magazzini di Agrippa, la casa di Augusto. E poi le forze aggiuntive esterne - la mia idea è di destinare a questo supporto il 10% del bilancio annuale, circa 3 milioni - consentiranno ai dipendenti della soprintendenza di impiegare metà del loro tempo di lavoro valorizzando appieno le singole professionalità: sono molti gli addetti alla vigilanza laureati in archeologia o giurisprudenza».
Nei sei mesi in cui è rimasto al Foro romano, lei si è trovato a coabitare con il commissario del governo. Problemi?
«Abbiamo lavorato benissimo con Roberti Cecchi e il suo staff. Il commissariamento ha riguardato non il mio ruolo, bensì alcune procedure normative. Grazie alle deroghe, si è potuto fare di più e meglio. Ce li avesse un soprintendente quei poteri straordinari, non ci sarebbe bisogno del commissario».



news

26-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 26 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news