LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

CAMPANIA - Riapriamo le discariche
Gianni Colucci
29/09/2010 IL MATTINO




«Riapriamo le discariche che hanno ancora disponibilità di spazio e ampliamo del 15% quelle sature. Demenziale aprire quella di Terzigno». Il sindaco di Salerno Vincenzo De Luca sintetizza la strategia anticrisi in Campania e aggiunge che è indispensabile arrivare rapidamente a bandi di gara per gli altri due termovalorizzatori della Campania (Napoli Est e Salerno). Poi aggiunge: «Intanto mi chiedo come mai il presidente della Regione tolleri l’incompatibilità tra i ruoli di sindaco di Mercato San Severino e di assessore regionale all’ambiente di Giovanni Romano. L’assessore scelga». Il sindaco di Salerno per quanto riguarda l’impianto della sua città, tuttavia, aggiunge che «la competenza piena dovrà essere del Comune, altrimenti l'amministrazione si opporrà alla sua costruzione». «A Salerno - ha detto De Luca ad un incontro del Pd campano sull’emergenza e poi alla trasmissione Tv «Vita in diretta»- sono stati persi due anni per colpa del Governo e della Regione, ora vogliamo la piena investitura a costruire il termovalorizzatore, altrimenti facciamo una variante al piano urbanistico e la zona la dedichiamo ad altri progetti». Ma anche il sindaco di Pontecagnano Ernesto Sica, si candida a ospitare il termovalorizzatore. Ieri sera in consiglio comunale ha spiegato che «Ristoro e opere viarie saranno consentiranno alla mia comunità di trarre vantaggi dall’opera. Che altrimenti sorgerà in altri comuni e a pochi chilometri dal centro di Pontecagnano». Sica farà richiesta ufficiale in una prossima riunione del pdl allo stesso Cirielli. «I cittadini capiranno dopo le esperienze del cementificio e di Ostaglio». Si vedrà. Intanto le puntualizzazioni di De Luca arrivano dopo che l’amministrazione provinciale di Salerno e lo stesso governatore avevano spiegato che la legge che introduce il ciclo integrato dei rifiuti affida alle province la gestione della realizzazione dell’impianto di termovalorizzazione. De Luca non si dà per vinto, tuttavia: «Non permetterò a nessuno di «mettere le mani sulle gare del termovalorizzatore cittadino per rubare o per creare clientela politica». Alla sua amministrazione rivendica il lavoro svolto fino ad oggi per realizzare l’impianto: «nella mia città sono stati fatti i progetti, i piani di fattibilità, gli scavi, gli espropri per la viabilità, è stata fatta perfino la prima gara che è andata però deserta. E non per nostra colpa ma perchè senza la certezza della quantità di rifiuti che andrà nell'impianto nessun privato ci mette i soldi». De Luca esclude dunque che altri possano intervenire anche perchè «il progetto è completamente di finanza privata». «Romano - incalza il sindaco di Salerno - ha accumulato tanti di quei debiti nella gestione dei rifiuti nel piccolo Comune di Mercato San Severino, di cui è ancora sindaco, che a confronto, Napoli o Salerno avrebbero dovuto indebitarsi per un importo pari a una legge finanziaria nazionale. E, non pago, sta cercando di esportare a livello regionale quel disastro amministrativo». L'accusa, per Palazzo Santa Lucia, è di totale inezia. «In sei mesi - continua - questa amministrazione non ha mosso un dito. Siamo l'unica regione d'Italia che ha frantumato il ciclo dei rifiuti con risultati di inefficienza e con costi spaventosi. Si stanno scaricando sui Comuni costi impropri e non certificati, mettendo in moto un meccanismo di vera delinquenza politica. Ogni Comune ha il dovere di saldare i propri debiti, ma non certo di pagare le assunzioni clientelari nei consorzi». E da Napoli il segretario regionale del Pd Amendola ha sottolineato «non è vero che fare una seconda discarica sul Vesuvio risolverebbe tutto», e ha chiesto una chiara «operazione verità da parte del ministro dell'ambiente Prestigiacomo in Parlamento e dell'assessore Romano in Campania. «Ci dicano la verità sui guasti del termovalorizzatore di Acerra» dice Amendola che ha invitato il ministro Prestigiacomo ad andare a Terzigno, «magari - ha aggiunto - insieme alla Carfagna, che ha preso tanti voti lì ma poi è sparita».



news

24-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news