LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

NAPOLI - A lutto i mille della cultura in corteo per dire no ai tagli
ALESSANDRO VACCARO
GIOVEDÌ, 30 SETTEMBRE 2010 LA REPUBBLICA Napoli



L´assessore Miraglia risponde a "Quelli di San Crispino": "Ma il funerale è agli sprechi e alle spese allegre"

Attori, registi e dipendenti di musei hanno sfilato da piazza del Gesù


Abiti neri e volti bianchi coperti di cerone. Quasi mille persone vestite a lutto hanno partecipato al sit-in contro la morte della cultura e del teatro a Napoli. Si sono radunate in piazza del Gesù e, al suono martellante di un tamburo che ha scandito il tempo della marcia funebre, hanno sfilato per le strade del centro. Un corteo per dire no ai tagli decisi dalla Regione che mettono a rischio il futuro del teatro Trianon Viviani e del museo Madre. All´iniziativa, organizzata dal gruppo di resistenza culturale "Quelli di San Crispino", hanno aderito numerosi artisti, tra cui Marina Confalone, Isa Danieli, i registi Carlo Cerciello, Lello Serao e Renato Carpentieri, i protagonisti della fiction "La nuova squadra" e della soap "Un posto al sole", il teatro Elicantropo, la compagnia "Libera Scena Ensemble" e le associazioni "Il poeta volante" e "Libera contro le mafie". In fila anche i 32 dipendenti del Madre che da domani potrebbero rimanere senza lavoro. In serata, la risposta dell´assessore alla Promozione culturale regionale Caterina Miraglia: «La cultura muore quando non c´è democrazia e non per temporanee crisi di finanze. Se un funerale deve essere celebrato è per la spesa allegra. La cultura nel programma di Caldoro è centrale e lo dimostra l´intesa con il Comune per il Forum delle Culture».
I manifestanti guidati dall´attore Pietro Pignatelli, hanno portato fino alla galleria Umberto I uno scheletro di cartapesta e una bara di legno rivestita di pagine di libri, con all´interno fiori e la maschera di Pulcinella. Pignatelli ha interpretato il prologo del dramma "Enrico V". «Attraverso Shakespeare denunciamo la situazione che stiamo vivendo - spiega l´attore - Dovremmo scusarci con gli spettatori se in futuro sarà impossibile rendere veritieri gli spettacoli, a causa degli scarsi mezzi di cui potrebbe disporre il teatro. La cultura non può essere alla mercé del politico di turno ed essere considerata, alternamente, amica o nemica del potere. Raccoglieremo firme per una petizione». Il corteo si è sciolto sui versi di Pablo Neruda: «Potranno tagliare tutti i fiori, ma non fermeranno mai la primavera».



news

21-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 21 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news