LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Pompei. Scavi senza soprintendente, un bando per la nomina
Susy Malafronte
Il Mattino 30/9/2010

Pompei. Da ieri Proietti in pensione ma il ministero prende tempo anche per l'incarico provvisorio

Il progetto. L'ex manager Fiori impegnato nel varo della Fondazione per valorizzare il parco storico
Lavori, appalti e spese d'urgenza; la Guardia di finanza analizza i conti della gestione commissariale

POMPEI. Crolli annunciati e smentiti. Soprintendenti nominati alla vigilia della pensione. La Corte dei Conti che boccia lo stato di emergenza. Il Ministero delle Finanze che manda gli 007 per fare i conti nelle casse della gestione commissariale. Le vicende della città sepolta fanno il giro del mondo e, questa volta, non per le meraviglie che custodisce. Da ieri la soprintendenza archeologica di Napoli e Pompei è senza reggente. Il dottor Giuseppe Proietti, che dallo scorso aprile ha sostituito la dottoressa Salvatore che a sua volta l'anno prima era subentrata al professor Guzzo, è andato in pensione. Al suo posto, fanno sapere dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, non c'è ancora un sostituto. “Nei prossimi giorni - dicono da via Del Collegio Romano - sarà pubblicato un bando per individuare un nuovo soprintendente ad interim della soprintendenza speciale di Napoli e Pompei». Un sostituto provvisorio. Un altro. Nel frattempo, in attesa che arrivi il soprintendente a tempo e che l'ex commissario Marcello Fiori stabilisca i modi e i termini della «Fondazione Pompei», le urgenze amministrative passano per mano del funzionario più anziano di turno. Non mancano, comunque, le indiscrezioni sui papabili sostituti di Proietti. In pole, dopo il congelamento di Angelo Ardovino che, secondo i beni informati avrebbe fatto ricorso per far rispettare gli accordi, ci sarebbe la dottoressa Jeannette Papadopoulos, direttore generale per le antichità. L'incertezza e la precarietà della classe dirigenziale danno adito ai sindacati di puntare il dito contro il Ministero.”I continui avvicendamenti dei soprintendenti - denuncia Antonio Pepe, segretario Cisl - e gli incarichi a tempo, molto ristretto, non fanno ben comprendere i problemi, che vanno dall'archeologia a quello del personale, facendo persistere un'insufficiente funzionalità dei servizi causata da una precaria organizzazione del lavoro di una delle soprintendenze pi importanti d'Italia». Per il segretario generale della Uil Gianfranco Cerasoli «su Pompei si sta giocando una partita i cui contorni sono oscuri ed è opportuno che si faccia chiarezza una volta per tutte. Infatti - sostiene Cerasoli - nonostante l'avvio del procedimento per la nomina del soprintendente fatta ad Angelo Ardovino, da ieri, cessa l'interim di Giuseppe Proietti e quindi la soprintendenza di Napoli Pompei rimane senza un reggente. Ardovino non sarà il capo della soprintendenza di Napoli-Pompei che si ritroverà, con molta probabilità, ad essere gestita ancora attraverso un altro interim alla faccia dell'importanza che tale soprintendenza che unitamente a quella di Roma è certamente quella più importante d'Italia e non solo. Questa situazione sembra essere congegnale alle mire o aspirazioni dell'ex commissario Marcello Fiori che pare abbia potere di veto sulle nomine sino a quando non verrà individuato un soprintendente a lui congeniale vista l'ambizione di andare a ricoprire il ruolo di Presidente della Fondazione». Gli 007 della finanza, intanto, stanno passando al setaccio i conti della soprintendenza di Napoli e Pompei. Dopo la bocciatura della Corte dei Conti alla gestione commissariale della Protezione Civile, la dottoressa Raffaella Pisegna, ispettore del Ministero dell'Economia e delle Finanze - Servizi ispettivi di Finanza, è stata incaricata di verificare la gestione commissariale e gli interventi da essa realizzati. «Certo - afferma Cerasoli - l'ispettore del Mef dovrà essere messo nelle condizioni di poter verificare in maniera trasparente il lavoro svolto dalla gestione commissariale su cui inspiegabilmente, a differenza della gestione commissariale di Roma fatta da Cecchi, non si sa nulla».



news

21-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 21 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news