LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

BOLZANO — «A22, un boulevard ambientale»
Marika Damaggio
CORRIERE DEL TRENTINO 30 set 2010 Alto Adige






Il gruppo di lavoro presenta il restyling dell’Autobrennero
Connessioni, bus navetta e car sharing «verso il territorio»


Autobrennero pensa al futuro ed è pronta al restyling dell'A22. La società, lo scorso aprile ha commissionato uno studio alla facoltà di Ingegneria per valutare le prime ipotesi. Secondo Carlo Costa, direttore tecnico A22, «L'obiettivo è ripensare l'arteria autostradale per avvicinare l'asse al territorio».
Congestione Il traffico che ogni giorno affolla la A22: i tecnici vogliono dosare il flusso da e per il territorio circostante

Entro maggio, il team coordinato da Giuseppe Scaglione presenterà il masterplan, ma il progetto sta già prendendo forma e punta tutto sulla sostenibilità ambientale, urbana e paesaggistica: «Da semplice autostrada, l'A22 diventerà eco-boulevard della città alpina», spiega Scaglione.

Ieri pomeriggio il gruppo di ricerca ha presentato il progetto in fieri alla presenza dell'assessore provinciale all'urbanistica Mauro Gilmozzi: «Il progetto privilegia il paesaggio ridisegnando le connessioni stradali, lo stesso percorso tracciato dal Piano urbanistico provinciale».

In sostanza, l'A22 intende ridisegnare il profilo dell'infrastruttura. «L'autostrada A22 da semplice nastro di scorrimento veloce si trasformerebbe, al contrario, in una sorta di grande e articolato eco-boulevard che si snoda lungo il tracciato alpino», ha ribadito Scaglione.

Nel dettaglio, il gruppo di lavoro coinvolge docenti provenienti da varie facoltà: Mosè Ricci, docente all'università di Genova, Jörge Schroeder dall'università di Monaco e Andreas Flora, dall'ateneo di Innsbruck. L'idea dello studio è puntellare l'A22 di strutture d'incontro, molto più funzionali dell'Autogrill tradizionale. In più, lo studio prevede la possibilità di uscire dall'autostrada per una visita alle città attraversate dall'arteria. «Lo si potrà fare utilizzando dei servizi di bus navetta, collegati con apposite fermate, oppure attivando servizi di car sharing presenti direttamente sull'autostrada», ha spiegato Ricci.

Il principio, dunque, è permettere agli automobilisti di sostare e uscire temporaneamente dall'A22. Allo stesso modo, il gruppo di ricerca intende valorizzare le potenzialità dell'arteria investendola di una grande potenzialità attrattiva: «Potremmo portare grandi ristoranti sull'asse e attrezzarci per far sì che le persone si muovano verso l'autostrada», spiega Ricci. Il restyling, inoltre, rispetta i dettami della nuova green economy e punta tutto sulle misure di attenuazione dell'inquinamento acustico e ambientale. E per ridurre l'impatto paesaggistico delle nuove costruzioni «anti-rumore», il team propone installazioni artistiche: «Potremmo ideare vere opere d'arte».

Un'idea che piace al direttore Carlo Costa che a breve inaugurerà sul passo del Brennero un'opera dell'artista Fabrizio Plessi: «Posizionare un'opera lungo l'autostrada è un grande vantaggio — spiega Costa — sull'A22 mediamente passano 100.000 veicoli al giorno: quale museo registra tanti visitatori?».

Sul fronte paesaggistico, il gruppo guidato da Scaglione intende ridurre drasticamente l'impatto ambientale ideando una serie di sovrappassi verdi. Attraverso una serie massiccia di transetti — veri e propri ponti pedonali che sovrastano l'autostrada — il paesaggio circostante può collegarsi e confondersi con l'A22. Un progetto ambizioso che l'assessore trentino Gilmozzi condivide pienamente: «Questo progetto rispetta i principi del Pup — ha detto — l'obiettivo è valorizzare il paesaggio e costruire nuove relazioni attraverso le infrastrutture».

In particolare, Gilmozzi riconosce un filo conduttore che lega lo studio di A22 al progetto di Manifattura Domani e all'intervento di Renzo Piano. Nei prossimi mesi il team di Scaglione incontrerà i comuni attraversati dall'A22 per raccogliere suggerimenti e proposte. Quanto ai costi, sarà A22 a fare una stima, masterplan alla mano. Ma a questo proposito Ricci propone una condivisione delle spese tra comuni e Autobrennero: «Il progetto punta tutto su una nuova economia sostenibile — conclude— anche i costi possono essere sostenuti da tutti».



news

11-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 gennaio 2021

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

Archivio news