LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

FIRENZE - Abusi edilizi, documenti passati al setaccio. La collina di S.Domenico
MASSIMO VANNI
VENERDÌ, 01 OTTOBRE 2010 la Repubblica - Firenze

I dubbi di Palazzo Vecchio sulla sanatoria per Prosperius


Il Comune vuol vederci chiaro sul centro sanitario progettato da Bigazzi

Il progetto riunisce istituto di analisi, riabilitazione e attività chirurgiche


Nuovo Prosperius, la sanatoria torna per aria. La pratica del centro sanitario che il professor Mario Bigazzi progetta di inaugurare a San Domenico non è ancora chiusa: Palazzo Vecchio vuole vederci chiaro. Anzi, è lo stesso sindaco Matteo Renzi che vuole andare a fondo, visto che è anche l´assessore all´urbanistica. E se appena qualche giorno fa, l´ipotesi di una sanatoria per gli abusi commessi a San Domenico sembrava avvicinarsi, ora si allontana di nuovo.
Nei progetti di Bigazzi, il Nuovo Prosperius da 13mila metri quadrati alle pendici di Fiesole dovrebbe riunire l´istituto d´analisi di viale Belfiore, il centro di riabilitazione di via Masaccio e le attività chirurgiche di Villa Cherubini. Oltre all´inchiesta della procura, che ha portato a mettere i sigilli al cantiere, sul progetto di San Domenico gravano del resto anche due abusi: uno relativo alla difforme organizzazione dei volumi interni e uno ai lavori sul terreno esterno. Irregolarità che, secondo gli uffici comunali, potrebbero essere risolti con una multa di alcune migliaia di euro, calcolata in base alle tabelle della legge regionale. Davvero finirà così uno degli interventi in collina più contestati?
Il sindaco Renzi, che non ha ancora assegnato la responsabilità dell´urbanistica (lo farà solo dopo l´adozione del Piano strutturale prevista per il 25 ottobre), vuole rileggere le carte. Studiare bene la pratica, prima di chiuderla con una sanatoria e una multa di poche migliaia di euro. Del resto, è stato proprio il sindaco a stabilire che il primo criterio del Piano strutturale dovesse essere quello dei «volumi zero». Una tesi che ha come immediato corollario il rifiuto di ogni abuso edilizio. È anche questo il caso del Nuovo Prosperious? Gli abusi rilevati bel cantieri sono così gravi da rendere ingiustificata una sanatoria? O sono al contrario da giudicarsi lievi? I nodi da sciogliere per il sindaco-assessore sono questi. Ma il caso non finisce comunque con il sì o no alla sanatoria.
Il progetto di una casa di riposo in una zona tanto delicata ottenne il via libera dal consiglio comunale nel luglio 2001, dopo una dura battaglia per salvare la collina. Da centro sociale, secondo gli ultimi progetti di Bigazzi, il Nuovo Prosperius avrà una destinazione sanitaria. E per questo motivo si rende necessaria una nuova convenzione con Palazzo Vecchio: ragione per cui il progetto del Nuovo Prosperius dovrà comunque tornare all´esame del consiglio comunale. Il professor Mario Bigazzi ha sempre definito la nuova struttura «un gioiello sanitario e paesaggistico». Ma non così la pensano tutti i consiglieri della maggioranza comunale.
Bigazzi ha incontrato i tecnici comunali dell´urbanistica una decina di giorni fa, proprio per sollecitare la richiesta di sanatoria presentata all´inizio di quest´anno. E per presentare tutti i documenti necessari all´ottenimento della sanatoria. Con i cantieri di San Domenico ancora sotto sequestro penale e con il processo che va avanti, la chiusura della pratica amministrativa sarebbe per il professor Bigazzi comunque un buon punto fermo. Il Nuovo Prosperius, un edifico a forma di grande «H», con le sue attività sociali e sanitarie, potrebbe apparire più vicino. I dubbi del sindaco Renzi riaprono però la partita: almeno per il momento. Nessuna decisione è ancora presa. Ma proprio per questo la sanatoria agognata dal professor Bigazzi appare oggi un po´ più lontana.



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news