LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ROMA - Nelle vecchie Officine Marconi. Fonopoli, la prima pietra entro il 2011
PIETRO D´OTTAVIO GABRIELE ISMAN
SABATO, 02 OTTOBRE 2010 LA REPUBBLICA - Roma



Il sindaco: alla Romanina la "città della musica" sognata da Renato Zero



Il progetto dovrà adeguarsi alle strutture già esistenti - dice Medici (municipio X) - e utilizzare l´architettura delle Officine Marconi come centro di produzione culturale. Quindi niente demolizioni


Fonopoli trova casa alla Romanina. A 17 anni dal lancio dell´idea, il progetto di Renato Zero potrebbe vedere i cantieri partire entro la fine del prossimo anno nella zona delle Officine Marconi, tre chilometri fuori dal raccordo anulare, nel municipio X. «La memoria di giunta che abbiamo approvato - ha detto ieri il sindaco Gianni Alemanno - indica nella centralità di Romanina la realizzazione di Fonopoli. Non è un progetto millenaristico, c´è già un primo nucleo di archeologia industriale, le Officine Marconi, che può essere immediatamente ristrutturato e adibito a primo nucleo di Fonopoli. Poi arriveranno gli altri insediamenti attraverso bandi pubblici». Il sindaco ha aggiunto che «la Regione Lazio si è impegnata a utilizzare risorse della formazione e il progetto attraverso Officine Marconi potrà essere cantierato entro il 2011».
«È dall´estate che si parla dell´ipotesi di portare Fonopoli alla Romanina - dice Sandro Medici, presidente del municipio X - che è una centralità prevista dal piano regolatore con 90 ettari di aree per una volumetria di 1,1 milioni di metri cubi. Inizialmente si profilava l´idea di abbattere il vecchio deposito dell´Italcable che qualche anno fa chiamammo Officine Marconi, perché lì l´inventore della radio aveva effettuato i primi esperimenti sulle onde elettromagnetiche».
L´area è del costruttore Scarpellini, e, per Medici «può tranquillamente ospitare un grande palazzo della musica dedicato ad autori e musicisti romani, tra cui ovviamente Renato Zero, oltre a una cavea per concerti all´aperto e, infine, le Officine Marconi come centro di produzione culturale indipendente». Quindi niente demolizione dell´esistente per il minisindaco: «Non sono favorevole neanche a modifiche strutturali. Se Fonopoli dev´essere, potrà nascere un sistema dedicato alla cultura e alla musica in cui le Officine Marconi dovranno avere una funzione formativa di alto livello, attenta alla contemporaneità». Ad adeguarsi dovrà essere quindi il progetto disegnato dallo studio Valle per Fonopoli ormai oltre dieci anni fa: «Era prevista una struttura con la forma di coccodrillo. Questo progetto dovrà cambiare e non potrà ingoiare il preesistente insediamento di archeologia industriale. Semmai i due insediamenti dovranno dialogare».



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news