LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

CAMPANIA - Parco tematico, dal Tar nuovo disco verde. Torre Annunziata, bocciati per la seconda volta i veti della Soprintendenza.
ALFREDO LEO
IL MATTINO – 5 ottobre 2010

Nuovo via libera del Tribunale amministrativo regionale al Parco tematico integrato, con funzioni terziarie, ricettive ed espositive, targato Tess. È il secondo che arriva a pochi giorni dal precedente dai giudici napoletani di piazza Municipio che hanno accolto, nel merito, il ricorso di Pompei 2000, la spa che dovrebbe occuparsi dell'edificazione, nelle aree dismesse Tecnotubi Vega e zone limitrofe, del megaparco commerciale, artigianale e ricreativo. Il Tar ha bocciato, per illegittimità, l'operato della Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici e per il patrimonio storico, artistico e etnoantropologico di Napoli e provincia che aveva imposto l'altolà all'importante iniziativa. La terza sezione del Tribunale ha passato ai raggi X il decreto del 26 marzo 2010 del Soprintendente Stefano Gizzi che ha annullato l'autorizzazione paesaggistica del Comune, guidato dal sindaco Giosuè Starita, ai fini della realizzazione delle opere di urbanizzazione a servizio dell'importante progetto di sviluppo del mega-parco delle eccellenze campane. Nel corso del processo, è emerso che l'intervento programmato dalla società Pompei 2000, finanziato con fondi europei per 35 milioni di euro, era stato ampiamente discusso lo scorso anno nell'ambito di un'apposita conferenza di servizi, alla quale aveva preso parte anche il rappresentante dell'ente di tutela di piazza Plebiscito. Alla conclusione dei lavori, il progetto del Parco, oggetto di un contratto di area approvato dal presidente dell'epoca della Regione, Antonio Bassolino, era stato ritenuto del tutto compatibile con il vincolo paesaggistico insistente sul territorio comunale. Nel corso del procedimento, volto al rilascio di due permessi di costruire (uno per gli edifici privati, l'altro per le opere di urbanizzazione), il Comune aveva emanato, il 30 ottobre dei 2009, due nulla osta paesaggistici, che giungevano agli uffici della Soprintendenza appena tre giorni dopo. La sentenza ha evidenziato che il veto era illegittimo perché intervenuto fuori termine e, cioè, ben 147 giorni dopo la trasmissione della documentazione da parte del Comune. La normativa prevede, invece, che il potere della Soprintendenza di annullamento dell'autorizzazione paesaggistica comunale debba essere esercitato entro il termine perentorio di sessanta giorni successivi alla ricezione della completa documentazione. Da qui il riconoscimento, da parte del Tar, della manifesta fondatezza del ricorso della società Pompei 2000 e, pertanto, l'ok al decollo del progetto, anche se rimane ancora «sub iudice» la certificazione antimafia che la prefettura di Napoli dovrà rilasciare all'impresa promotrice. Il Tribunale, composto dal presidente Saverio Romano e dai magistrati Paolo Carpentieri e Ida Raiola, ha anche condannato la Soprintedenza e il ministero dei Beni culturali a pagare, in solido tra loro, alla società ricorrente le spese legali, liquidate in 1.500 euro. La difesa della società Pompei 2000 è stata sostenuta dall'avvocato Marcello Fortunato mentre per il Comune si è costituito l'avvocato Davide Freda. Il rappresentante dell'Avvocatura dello Stato è intervenuto a sostegno dell'operato di Gizzi.



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news