LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

«Un penny per Venezia»
Paolo Navarro Dina
Gazzettino 6/10/2010

Anne Cocks: fondo mondiale per salvare Venezia
La donna che ha raccolto la protesta anti pubblicità: «Serve un fondo internazionale»
Anne Somers Cocks: «Svendere facciate esclude donazioni più rispettose»

VENEZIA A tirare le fila è stata lei facendo sottoscrivere a ben sette direttori dei maggiori e prestigiosi musei del mondo, un documento contro i "mega-cartelloni" pubblicitari a Venezia e in particolare in Piazza San Marco e dintorni ("Abbiamo voluto dare vigore alla battaglia di molti veneziani"). Lei è Anne Somers Cocks, 60 anni, battagliera presidente del Venice in Peril Fund, il Comitato britannico per Venezia. Nata a Roma, da anni lavora nei circuiti museali di tutto il mondo. Sotto un appello duro, ma efficace è riuscita ad inanellare la solidarietà di collezioni internazionali come il Victoria and Albert Museum di Londra, il MoMa di New York fino all'Ermitage di San Pietroburgo.
Signora Somers Cocks, quando succede una cosa a Venezia, fa il giro del mondo.
«E ci mancherebbe altro! Ed è per questo è necessario tutelarla e soprattutto elaborare un progetto a lungo termine. Che guardi che so, al 2090, alla fine del secolo. E quindi stabilire delle priorità. La prima, la più importante è quella che, tutti insieme, si dia vita ad una grande Fondo internazionale per Venezia, guidato magari da un alto esponente della Banca d'Italia, come garante, e che consenta a tutti di avere un referente sovrano e prestigioso nella gestione dei flussi di finanziamenti di una città unica al mondo. Credo che qualsiasi cittadino del pianeta sarebbe pronto a versare anche un penny per la Serenissima...».
Possibile?
«Credo proprio di si. Ma occorre un progetto sul quale lavorare. Alla base di tutto ci deve essere la volontà di proteggere la città, di salvaguardarla nel suo rapporto con l'ambiente e garantendo la sua vita sociale. Non possiamo avere solo il Mose. Questa città non può rimanere appesa ad un filo. Un anno i finanziamenti ci sono, un altro anno no. Venezia è un working in progress, va trattata come un'azienda. Addirittura. Già sono in molti che la spennano...
«Parliamoci chiaro. Ci sono tante città al mondo che hanno bisogno. Venezia è una di queste: abbiamo il Mose, ma il problema è lo sgretolamento degli edifici, l'aumento progressivo delle acque alte con il surriscaldamento della terra e poi è indispensabile trovare forme di gestione del potere economico del turismo».
Ticket d'ingresso...
«Tema delicato. Ho avuto il piacere di leggere in anteprima la bozza della nuova legge speciale redatta dal ministro Brunetta, ma scorrendo quelle righe non ho capito se sarà sostitutiva o suppletiva di quella già esistente. Ma come proteggiamo la città?»
Il vostro appello a Bondi ha avuto effetto. Il ministro ha annunciato "nuovi metodi e nuovi criteri" per la pubblicità in caso di restauri.
«Sono molto contenta. Era una notizia che aspettavamo. La nostra protesta è nata dopo aver visto questi orribili cartelloni e aver raccolto l'«orrore» espresso da archistar famose, Frank O. Gehry o Ren Koolhaas di passaggio a Venezia per la Biennale Architettura. Certo è, che quando si iniziano a cercare i soldi svendendo le facciate, si escludono a priori donazioni più generose e più rispettose».



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news