LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. Palazzo Vecchio, via gli uffici per far posto al museo
Olga Mugnaini
Nazione - Firenze 6/10/2010

Varato il piano: via gli uffici degli assessorati
Porte aperte al patrimonio d'arte

Ecco il piano per trasferire gli assessorati: resterà solo la stanza del sindaco e la sede del consiglio comunale
Resterà pur sempre il simbolo del potere civile della città di Firenze, come del resto lo è da oltre sette secoli. Ma ben presto Palazzo Vecchio affronterà un poderoso trasloco di gran parte degli uffici amministrativi, assessorati compresi, che porterà altrove molte funzioni della macchina comunale. Il sindaco rimarrà nella storica stanza di Clemente VII, così come il consiglio comunale non abbandonerà il Salone dei Dugento. Dovranno invece fare le valige impiegati e dirigenti degli assessorati alla cultura, alle politiche giovanili e al bilancio, così come tutti gli uffici al terzo piano con la presidenza del consiglio comunale, la commissione pace, e alcuni gruppi consiliari. Probabilmente sarà spostato anche l'ufficio del vicesindaco. Si sta pensando inoltre una nuova collocazione per l'ufficio legale, mentre a piano terra sembrano destinati al trasferimento anche l'anagrafe e il protocollo. IJna riorganizzazione più funzionale e razionale, spiega l'assessore alla cultura Giuliano da Empoli, per lasciar spazio al Museo della città, attualmente alle Oblate, e complessivamente per raddoppiare gli spazi espositivi di Palazzo Vecchio. La rivoluzione avrà luogo in due tappe. La prima, più soft, di fatto è già iniziata e si concluderà nell'arco di un anno. Complessivamente interessa 1.150 metri quadrati di superficie che si aggiungeranno agli attuali 3.300 di spazi museali. Si parte dal seminterrato dove sono appena stati inaugurati gli scavi del teatro romano, per passare alla Sala d'Arme destinata a diventare vero ingresso e punto d'accoglienza del museo di Palazzo Vecchio. Con l'aggiunta dei locali recuperati nell'ex bookshop e di alcuni locali non utilizzati dal Museo dei Ragazzi.
Costo dell’operazione un milione di euro: «Abbiamo uno sponsor privato che finanzia l'operazione — aggiunge l'assessore — e che ci consente di avviare un progetto di per riorganizzare locali e funzioni di Palazzo Vecchio. La seconda fase prevede un ulteriore ampliamento di altri 1100-1600 metri quadrati di spazi museali, liberando principalmente tutto il terzo piano. Del resto, al secondo piano esiste ancora un collegamento con il Quartiere monumentale degli Elementi, che di fatto è già un percorso museale naturale, e che consentirà di creare un verso itinerario dalle fondamenta con i resti romani, fino ai piani alti, secondo la logica di un vero museo della città». Questa seconda tappa avrà tempi più lunghi, ma l'impegno è comunque di arrivare a conclusione prima della fine delle legislatura. Nel frattempo si studia dove e come ricollocare gli uffici individuati per il trasferimento. Tramontata l'ipotesi di riunire gran parte della macchina comunale del Multiplex di Novoli, una soluzione si potrebbe trovare nella vicina via Ghibellina, dove sono già gli assessorati alla casa, al turismo e parte della cultura. L'immobile è tra quelli alienabili, ma la partita non è chiusa ed è quindi possibile rivederne la destinazione. E poi, proprio dietro piazza Signoria, c'è l'enorme edificio del tribunale su cui si fanno mille progetti, senza però avere ancora deciso quale sia l'utilizzo più adeguato. La contiguità con Palazzo Vecchio avrebbe una sua logica e quindi è una delle possibilità inserite nel complesso gioco dell'oca. Non si esclude neppure che un pezzo di apparato comunale possa essere decentrato.



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news