LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Scavi di Pompei, si fa avanti la Regione. Ma è bufera sulla fondazione. A novembre nuovo bando per la Soprintendenza
STELLA CERVASIO
GIOVEDÌ, 07 OTTOBRE 2010 LA REPUBBLICA - Napoli

Il ministro Bondi "Amareggiato per le critiche"

Cerasoli: "Troppi interessi sull´area"


DAL NOSTRO INVIATO
POMPEI - Il caso Pompei finisce al ministero per i Beni culturali e diventa una questione politica. Ma i problemi restano tutti. In una conferenza stampa ieri Bondi si è detto "amareggiato" per le critiche degli articoli di denuncia sul degrado di Pompei di "Repubblica" del 4 ottobre (che parlava di due inchieste aperte dalle Procure di Salerno e Torre Annunziata sui fondi europei e sulla gestione commissariale) e del "Corriere" del 5 ottobre scorso. Tuttavia per i vertici del ministero «il futuro di Pompei» continua a essere «la fondazione, oppure un organismo diverso come un´associazione, un consorzio o semplicemente un rafforzamento della Soprintendenza che già ha poteri speciali». Un organismo, in ogni caso, in cui la presenza della Regione Campania sarà massiccia. Al Collegio romano ieri la voce era unanime: «La Regione farà la parte del leone nella struttura che dovrà reggere e amministrare l´area archeologica».
L´altro dilemma è rappresentato dalla nomina ad interim della nuova reggente della soprintendenza, Jeanette Papadopoulos, subentrata al neopensionato Giuseppe Proietti, che era stato designato anche lui "a tempo". Saltato alla fine del mese scorso anche l´incarico ad Angelo Mario Ardovino, ex dirigente del ministero, senza una motivazione ufficiale. Il segretario generale del Mibac Roberto Cecchi ha annunciato che a novembre si bandirà un concorso per soprintendenze di Napoli, Pompei, Roma e Firenze. «In questo modo - ha detto - potranno fare domanda anche le 7 nuove figure dirigenziali risultate idonee per le quali Tremonti ci ha dato il via libera a settembre».
«Provo grande amarezza per quanto è stato scritto insieme a tanto orgoglio per quel che è stato fatto. Oltre cento interventi effettuati, investimenti in tutela per oltre 65 dei 79 milioni a disposizione (l´83 per cento), un nuovo impianto di illuminazione e antincendio, servizi igienici adeguati, un posto di pronto soccorso, aperture notturne. E ancora: niente più "assalti" delle guide abusive ai gruppi turistici, una riduzione quasi totale del randagismo», ha detto il ministro. Ma non è tutto oro. I giudici indagano sulla effettiva necessità di una procedura di somma urgenza diventata strumento di uso comune nei diciotto mesi della gestione del commissario della Protezione civile Marcello Fiori. Per la Casa dei Casti Amanti un intervento di poche migliaia di euro è lievitato a circa un milione e la stessa impresa, lavorando sempre con affidamento diretto, al Teatro Grande, dagli iniziali circa 600 mila euro è passata a 5 milioni. Quanto al randagismo, il problema è ancora aperto nonostante cospicui investimenti (86 mila euro solo per la prima tranche dell´intervento denominato "(C) ave Canem"). Circolano foto di cani non monitorati dagli enti incaricati dal commissario Fiori. Attualmente sono i custodi a occuparsi degli ospiti a quattro zampe. «Se Bondi è amareggiato noi lo siamo ancor di più per le condizioni in cui questo governo ha ridotto la cultura in Italia - polemizza Luisa Bossa, deputata Pd ed ex sindaco di Ercolano - A Pompei mancano vigilanza, coordinamento, criteri di gestione e soprattutto una strategia complessiva di rilancio del turismo culturale che punti sul valore e non sul business».
Alla conferenza stampa di ieri era presente il sottosegretario Nicola Cosentino, coordinatore regionale del Pdl, unico collegamento con il ministero e con l´argomento in discussione, il suo collaboratore Nicola Mercurio, ex componente dello staff del commissario di Pompei Marcello Fiori e ancora in servizio in soprintendenza come addetto agli eventi speciali. «Gli interessi su Pompei sono molteplici - dice a caldo dopo l´incontro al Collegio romano il responsabile Uil Beni culturali Gianfranco Cerasoli - e si vuole dimostrare che l´unico sistema per gestirla sia quello della Protezione civile. In realtà basterebbe dare più autonomia cambiando il cda con l´ingresso del Comune di Pompei, Provincia e Regione e affidando a un soprintendente i poteri con cui derogare da talune norme. Non serve la fondazione - prosegue Cerasoli - sarebbe un altro carrozzone per succhiare soldi e per occupazione di posti».



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news