LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Pompei, interviene il ministro Subito il nuovo sovrintendente
Virginia Piccolillo
6 ott 2010 Corriere Della Sera




Bondi: impegno concreto. L’opposizione: troppo tardi

ROMA — Pompei torna ad essere un caso politico dopo la denuncia del Corriere della Sera sullo stato di abbandono in cui versa l’area archeologica, commissariata per due anni dalla Protezione Civile. Jeannette Papadopoulos è stata nominata nuova sovrintendente di Napoli e Pompei. E già c’è chi, come la Uil Beni Culturali, critica la scelta di una sovrintendente «ad interim per Pompei che ne esigerebbe uno a tempo pieno».

Intanto infuriano le polemiche. Il ministro dei Beni Culturali, Sandro Bondi rivendica «l’impegno concreto, la totale dedizione, il lavoro serio, quotidiano, certosino per la faticosa risoluzione di problemi lasciati incancrenire per troppo tempo». E parla di «scoramento» e «angoscia» «per questo sventurato Paese, afflitto da mille problemi, ma ancor più straziato da una stampa che ignora le buone opere, capovolge la verità, diffonde e alimenta un’immagine negativa, in Italia e soprattutto nel mondo». Mentre l’opposizione, con la Pd Bossa accusa: «Lo scoramento è quello delle migliaia di turisti che a Pompei vedono il degrado e l’abbandono del nostro straordinario patrimonio culturale». «Il sito è allo stremo. Pompei è il simbolo di una realtà diffusa: al governo della cultura non importa niente».

Difende la gestione Bondi l’ex sottosegretario Nicola Cosentino che ricorda: «L’area archeologica di Pompei era fino a due anni e mezzo fa, un vero e proprio suk, assediato da prostitute, scippatori, pataccari e commercianti abusivi». Per Vittorio Sgarbi c’era e c’è anche altro: «Forse l’eccesso di denaro dà adito ad appalti in cui ci sono infiltrazione mafiose», ipotizza constatando che «criticare è facile». «Nessun abbandono e umiliazione per Pompei» assicura Diana De Feo, senatrice del Pdl. Per il presidente della provincia di Napoli, Luigi Cesaro, il sito ora «registra il 20% di presenze in più». E il portavoce Pdl, Daniele Capezzone rimarca che «grazie all’opera del ministro Bondi si è avuta nei mesi scorsi una positiva inversione di tendenza». Concorda il governatore della Campania, Stefano Caldoro.

Una «difesa d’ufficio» secondo il centrosinistra che accusa il ministro di «indifferenza», ma non solo. Matteo Orfini, del Pd, attacca: «L’idea che si potessero affrontare i problemi di Pompei affidandoli a persone totalmente prive di competenza archeologica era evidentemente una follia. Così come non si capisce quale sia il disegno generale che sta dietro alla proposta di costruire una fondazione per la gestione del sito». E conferma «l’abbandono di Pompei da parte di un governo che evidentemente ha altre priorità e non si preoccupa se crollano la Domus Aurea e il Colosseo, se chiudono biblioteche e teatri». Vincenzo Vita (Pd) rincara: «Bondi dovrebbe fare autocritica, non attaccare la stampa. Il metodo che sta usando come ministro è solo quello dei tagli». Per il napoletano Luigi De Magistris (Idv) «il degrado dell’area archeologica di Pompei corrisponde al degrado di tutta l’area del parco Vesuviano, ingiustificato e gravissimo. A Pompei però vediamo anche gli effetti del modello Protezione Civile che dall’emergenza si stava allargando e che ora le inchieste per fortuna hanno fermato».



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news