LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Federico Bano: «La cultura? Bene primario d'Italia»
G.R.
Unità 8/10/2010

Il presidente della Fondazione Bano: «È un momento di profonda crisi ma la richiesta da parte del pubblico indica che la valorizzazione del patrimonio è un ottimo volano anche dal punto di vista economico».

ROMA. Imprenditore nel campo della moda, Federico Bano decide di abbandonare il mondo delle passerelle nel 1991, quattro anni dopo aver acquistato palazzo Zabarella a Padova. L'incontro con l'antica dimora veneta gli è fatale. Crea l'omonima fondazione e fa del recupero dei complessi storici degradati la sua vita. Come nasce e perché la Fondazione Bano? L'obiettivo è il recupero di una delle dimore storiche più importanti di Padova. Il recupero delle decorazioni hayeziane ha suggerito di dare al palazzo, attraverso l'istituzione di una fondazione, una specifica vocazione culturale. È, questo, un impegno da me condiviso con la mia famiglia e con un'equipe di lavoro di alta professionalità, ormai consolidata nel tempo. Cosa vuoi dire fare cultura in un paese dove si registrano continui tagli al settore? Naturalmente questa è una delle ricadute più drammatiche della crisi, ma le istituzioni e il mondo economico dovrebbero capire che la valorizzazione della cultura e del patrimonio è essenziale per il nostro paese. Del resto la crescente domanda di cultura del pubblico lo dimostra. Comunque ora anche per noi tenere alta la qualità è molto impegnativo. Torniamo alla mostra, come nasce 1 volti dell'800? Prendendo spunto anche da quanto è stato fatto all'estero, abbiamo pensato di realizzare, ed è la prima in Italia, una mostra il più completa possibile sul percorso del ritratto nell'Ottocento, in quanto ci è sembrato che in quel secolo il genere avesse avuto uno sviluppo straordinario e un valore di fondamentale testimonianza rispetto ai molti mutamenti avvenuti nella società e nel modo di sentire. Contemporaneamente al lavoro sulle mostre state portando avanti il progetto Hayez, di cosa si tratta? In accordo con l'Accademia e la Pinacoteca di Brera ha fatto studiare il grandioso fondo dei disegni di Hayez e intende promuovere non solo la pubblicazione del catalogo generale dell'opera grafica hayeziana, ma anche offrire un nuovo più aggiornato catalogo generale dei dipinti del maestro. State già lavorando a qualcos'altro? Pensiamo a una grande mostra, anche in questo caso la prima mai realizzata, sul Simbolismo in Italia. Dalle opere esposte risulterà come i nostri pittori, da Pellizza da Volpedo a Boccioni, sono stati degli assoluti protagonisti di questo movimento a livello europeo.

Dal mondo della moda a quello dell'arte
Federico Bano è fondatore, con i figli Marco, Andrea ed Enrico, della Fondazione Bano di cui è presidente. Proviene dal settore della moda. Giovanissimo crea la Federico Bano che diviene, negli anni '70, marchio del Made in Italy.



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news