LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

L'Avaro. Valorizzare cultura e scuola è il contrario dello spreco, è politica
il Foglio 9/10/2010

L’avarizia di Giulio Tremonti sta mettendo a dura prova la pazienza dei ministri, che debbono affrontare i problemi originati dalla scarsità di risorse finanziarie. Naturalmente l'esigenza di tenere sotto controllo la spesa pubblica è sacrosanta. Ma i suoi critici sostengono che Tremonti, a parte la responsabilità di evitare crescite del deficit, trae un vantaggio politico dall'essere divenuto l'arbitro della possibilità d'azione dei diversi ministeri, esercitando così di fatto la funzione di coordinamento e indirizzo che spetta invece al presidente del Consiglio. Probabilmente la tensione accumulata, e sfociata in un'aspra discussione in Consiglio dei ministri, non ha assunto i toni granguignoleschi dipinti da Repubblica. E' difficile credere che Tr-monti pensi davvero che "non è che la gente la cultura se la mangia", frase da pescivendolo pitl che da statista. Tuttavia la lesina dei fondi a questo settore, come alla scuola, è un fatto incontestabile. Sandro Bondi, che ha sollevato il problema, non è un demagogo e non ha esitato a farsi tanti nemici negli ambienti radical chic cercando di bloccare le tante mangiatoie girevoli destinate agli intellettuali di corte. Ma la valorizzazione dei beni culturali certamente spreco non è. Per un paese come l'Italia, la ricchezza artistica e monumentale non può diventare un peso insostenibile. E' giusto che a questo progetto di valorizzazione, che ha consistenti ricadute economiche, concorrano anche i privati, ma questo richiede un'iniziativa pubblica consistente e garantista. Investire in questi settori dell'istruzione e della formazione, e nello spettacolo dal vivo, nel teatro, nel cinema e nella musica è essenziale, è parte della battaglia per la crescita del Pil e antidoto all'analfabetismo di massa. Tremonti queste cose le sa benissimo. Il che rende il suo atteggiamento una punta provocatorio. Pur con tutta la comprensione dovuta a chi ha l'obbligo di maneggiare la colossale bomba inesplosa del debito, ora è però evidente anche la sua responsabilità nel bloccare o rallentare iniziative di forte impatto civile e, nel caso dell'Università, di buon riformismo. In fondo persino Quintino Sella, il rigorista alla cui scrivania Tremonti lavora, trovò le risorse per la scuola elementare obbligatoria senza rinunciare al mitico pareggio di bilancio. Tocca a Silvio Berlusconi, dopo il grido di dolore di Bondi, trovare e proporre con forza persuasiva e determinazione politica l'equilibrio tra il controllo della spesa e l'impulso alle iniziative che danno aria, che fanno respirare la società. Tremonti non è l'avaro Arpagone, fa bene il suo mestiere, ma non deve esagerare.



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news