LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

AREZZO (m.a.) - A Casa Vasari arrivano i carabinieri.
corriere di Maremma 10.10.2010



L’iniziativa era organizzata dalla Società storica. Fanfani: “Si manca di rispetto alla città”. Denuncia dei Festari, interrotta la visita di una comitiva all’Archivio.

Casa Vasari Movimentato pomeriggio dopo la denuncia della famiglia Festari



Doveva essere un tranquillo pomeriggio da passare ammirando le meraviglie di Casa Vasari e dell’Archivio e invece quella lezione d’arte nei luoghi del maestro, alla quale stavano partecipando una cinquantina di appassionati, è stata bruscamente interrotta dall’arrivo di due carabinieri. A chiedere il loro intervento è stata la famiglia Festari. Visita momentaneamente interrotta per chiedere le generalità agli organizzatori dell’iniziativa e poi, vista l’ora, ormai tarda, il ritorno a casa, tra lo sconcerto di quanti ieri avevano deciso di partecipare a quello che doveva essere il primo dei tre itinerari vasariani organizzati dalla Società storica aretina. E che invece adesso rischia di trasformarsi in un caso nel caso, un ulteriore capitolo di una annosa controversia giudiziaria che si trascina da tempo. Le polemiche non mancheranno. Lo stesso sindaco Giuseppe Fanfani, una volta venuto a conoscenza dell’episodio, non ha fatto mistero delle sue perplessità e anche di un pizzico di amarezza: “Lontano da me il voler entrare nella questione giuridica, ma si tratta di un atto di mancato rispetto verso la città. Un gesto che mi fa riflettere sulla disponibilità di collaborazione da parte del Comune”. Ma cosa è successo ieri pomeriggio nel palazzo-museo? La famiglia Festari, proprietaria dei documenti, ha sollecitato l’intervento dei carabinieri quando si è accorta che la comitiva di una cinquantina di persone, suddivisa in due gruppi, stava accedendo all’Archivio Vasari. E proprio mentre Paola Benigni, ispettore archivistico onorario della Soprintendenza stava parlando, ecco presentarsi i due carabinieri in divisa, accompagnati da due degli eredi Festari. Comprensibile sconcerto e visita interrotta, visto che i militari doveva procedere all’identificazione degli organizzatori dell’iniziativa. “Dopo un primo momento di smarrimento - racconta la stessa Bagnai - ho chiesto di poter concludere il mio intervento e poi procedere alle formalità che ci venivano richieste dai carabinieri. A quel punto, vista l’ora, abbiamo ritenuto conclusa la visita”. Il motivo del contendere ruota appunto attorno ai documenti dell’Archivio. Visitabili per gli organizzatori e la Sovrintendenza archivistica della Toscana, mentre di parere totalmente opposto è la famiglia Festari. E adesso, su questa vicenda, si apre un nuovo contenzioso: quello aperto dall’inaspettata “visita” dei carabinieri



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news