LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LUCCA - Ora è più facile aprire un’attività. Con l’introduzione della Scia basta presentare i documenti in Comune
MARTEDÌ, 12 OTTOBRE 2010 il tirreno - - Lucca







Dall’aprile del prossimo anno le pratica si faranno in via telematica, e così si salteranno le code

CAPANNORI. Più facile e più veloce aprire un agriturismo o un’attività ricettiva piuttosto che un’attività commerciale o artigianale. Con la nuova normativa è stata introdotta la Scia (segnalazione certificata di inizio attività) che sostituisce le denunce o dichiarazioni di inizio attività (Dia), prevedendo un inizio immediato dell’attività al momento della presentazione al Comune della documentazione.
L’ente avrà poi 60 giorni di tempo per effettuare i controlli.
Ma c’è di più. Il nuovo regolamento per la semplificazione e il riordino della disciplina sullo sportello unico delle imprese prevede, infatti, che la Scia sia presentata esclusivamente in via telematica a partire da aprile 2011: una vera e propria rivoluzione telematica del Suap.
Un cambiamento importante che riguarderà un alto numero di pratiche (nel 2009 le pratiche di inizio, trasferimento e modifiche alle attività d’impresa o commerciali evase dal Suap sono state 686) sta avvenendo in maniera graduale partendo proprio dagli agriturismi, in quanto il nuovo regolamento regionale, entrato in vigore pochi mesi fa, prevedeva già per tali strutture una presentazione telematica della pratica.
Al momento infatti, prima che il nuovo sistema entri a pieno regime, i cittadini interessati ad aprire un’impresa agrituristica (attualmente a Capannori gli agriturismi sono 24) possono presentare la documentazione cartacea al Suap del Comune, che collegandosi a un apposito portale Internet (artea.toscana.it) gestirà on line la richiesta certificandone la regolarità.
«Si tratta di un passo avanti significativo nello snellimento burocratico per chi vuole aprire una nuova attività sul nostro territorio - dice l’assessore alle attività produttive, Maurizio Vellutini -, che certamente fa risparmiare tempo agli imprenditori, evitandogli anche di dover fare noiose code agli sportelli. La nuova normativa può inoltre ripercuotersi positivamente sull’economia locale in un momento ancora critico, facilitando l’avvio di nuove imprese».
Sul sito Internet del Comune www.comune.capannori.lu.it, nella pagina “Suap” è già on line la modulistica della Scia che sostituisce la Dia nelle materie specifiche ed è disponibile anche un nuovo modulo denominato “Segnalazione certificata di inizio attività d impresa” che può sostituire la domanda unica Suap nei casi in cui non sussistano i vincoli (vincoli ambientali, paesaggistico e culturali, amministrazione della giustizia, amministrazione delle finanze) e non sia prevista l’attivazione di endoprocedimenti di tipo autorizzativo.
Per informazioni i cittadini possono rivolgersi al Servizio sviluppo economico tel. 0583 428237/239.



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news