LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LUCCA Bisogna salvare Villa Grassini
NICOLA NUCCI
MERCOLEDÌ, 13 OTTOBRE 2010 IL TIRRENO - Lucca




La dimora del Seicento è in stato di abbandono e in liquidazione


PORCARI. Salviamo villa Grassini. A lanciare l’appello è il sindaco Alberto Baccini che si dice disposto a sostenere un intervento di recupero della splendida dimora storica del Seicento, che si trova in stato di abbandono, dopo il restauro effettuato nel 2002 dagli ex proprietari. Poi la villa, alla quale qualche mese fa si era interessato Vittorio Sgarbi, è andata in malora ed è stata messa in liquidazione.
Attualmente è affidata al curatore fallimentare che dovrà deciderne le sorti. Baccini auspica che un acquirente si faccia avanti per comprarla, per poi di concerto con l’amministrazione comunale dare vita ad un progetto di recupero e valorizzazione.
Una villa rimessa a nuovo, ma incolta, circondata da erba alta.
«Il mio è un appello alle istituzioni, alle fondazioni bancarie e al mondo imprenditoriale affinché non sia abbandonata una villa così bella e storica - dice il primo cittadino -. L’amministrazione comunale nell’ottica di una tutela di questo “monumento” è disposta a valutare una possibile destinazione di recupero, purché sia mantenuta la sua integrità architettonica.
«L’ambiente è di pregio e la costruzione è stata restaurata qualche anno fa - dice ancopra il sindaco di Porcari -. Al suo interno è completamente cablata. Insomma, c’è tutto. Potrebbe essere il luogo ideale per ospitare un centro congressi, una scuola di alta formazione, ma anche matrimoni e cerimonie. Sarebbe bello se potesse diventare una delle location in occasione delle celebrazioni nel 2013 del centenario della nascita del comune di Porcari».
L’edificio è stato di proprietà della società Domus Medicea che in seguito ha deciso di disfarsene.
Da fonti ben informate il valore dell’immobile è di circa 2,5 milioni di euro.
Un prezzo quindi abbordabile per una villa di pregio e di grande valenza storica.
Senza un intervento si rischia però un ulteriore degrado. Sarebbe davvero un delitto vedere una costruzione così bella andare del tutto in rovina.
Il sindaco spera vivamente di evitare questa sciagurata ipotesi.
«C’è un gioiello della Piana che deve tornare a splendere, anche per il forte legame col territorio» afferma Baccini, il quale si dice disponibile a valutare anche una società a capitale misto pubblico-privato.
«Il patto di stabilità ci impedisce di investire, come purtroppo abbiamo più volte denunciato pubblicamente, ma il Comune farà la sua parte».
All’appello del sindaco si unisce anche la capogruppo del Partito democratico, Maria Teresa Battaglia.
La villa, una volta riportata al suo antico splendore, potrebbe essere anche inserita nella Rete del Verde, il progetto di valorizzazione delle dimore storiche della Lucchesia.
Una bella iniziativa, il cui comune trainante è Capannori.
Un’idea che non dispiacerebbe al sindaco Baccini che vede con favore questa iniziativa.



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news