LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Se il Pd apre a un'idea di cultura più libera, c'è spazio per lavorare
Sandro Bondi
Il Foglio 14/10/2010

Al direttore - Desidero ringraziare Matteo Orfini per il garbo con cui il responsabile della cultura del Partito democratico risponde al mio appello per un impegno comune a favore della cultura. Sui singoli punti da lui richiamati, il mio punto di vista è il seguente. E' vero: di fronte alla crisi economica non tutti i paesi europei hanno ridotto le risorse a favore della cultura e della formazione, anzi in alcuni casi, la Francia e la Germania ad esempio, hanno incrementato il sostegno alla scuola e alla cultura. Non dimentico affatto che l'Italia ha un debito pubblico maggiore di tutti i paesi europei. E non dimentico neppure che nel nostro paese accanto a risorse scarse, si accompagna il fenomeno di sprechi, di inefficienze e perfino dell'incapacità di utilizzare le risorse esistenti. Tuttavia, resta la coscienza da parte di alcuni governi che la cultura e la scuola rappresentano un investimento essenziale per il futuro. Sono certo che il ministro Tremonti, verso il quale ho sempre espresso gratitudine e stima sincera per avere tenuto dritto il timone dei conti pubblici nel pieno di una crisi drammatica, saprà sostenere le riforme liberali che due ministri come Mariastella Gelmini e il sottoscritto stanno realizzando. La riforma degli enti lirici, gli incentivi fiscali a favore del cinema, la razionalizzazione dei finanziamenti alle istituzioni culturali, l'introduzione di sistemi gestione manageriali nel campo della valorizzazione dei beni culturali, sono tasselli di una politica liberale che per la prima volta stiamo tentando di realizzare nel nostro paese. All'inizio il Pd ha seguito un'opposizione preconcetta nei confronti di queste prove di riforma, per passare da una cultura di stato a una cultura libera e sostenuta anche dal mecenatismo della società civile. Constato con soddisfazione che il giudizio è cambiato e appare più obiettivo. Si apre perciò la possibilità di un confronto costruttivo. Non sono assolutamente d'accordo invece con Orfini quando invoca una riforma del sistema di tutela. Orfini si chiede perché "non si dovrebbe consentire a regioni che sono in grado di farlo di esercitare la tutela?". Mi sono interrogato a lungo su questa questione e, anche di fronte a richieste provenienti da diverse parti politiche e da governatori appartenenti al mio stesso schieramento, mi sono fin qui sempre opposto a trasferire il potere della tutela alle regioni o agli enti locali. Ho difeso con i denti il potere dello stato, che a mio giudizio discende dalla Costituzione, in materia di tutela del nostro paesaggio e patrimonio artistico. Altra questione è appunto la valorizzazione di questo patrimonio che può essere esercitata dagli enti locali e dagli stessi privati. Sono convinto, infatti, che se lo stato abdicasse a questo potere di tutela, le sorti del nostro paesaggio e del nostro patrimonio correrebbero gravi rischi. Ero dell'opinione che su questo punto la sinistra fosse d'accordo. Questo cambiamento di prospettiva mi preoccupa molto, temo che se anche la sinistra cedesse su questo versante i rischi per la tutela del paesaggio e del patrimonio storico sarebbero alti.



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news