LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma. Il Colosseo segreto. Aperti i sotterranei e il terzo anello
Alessandro Capponi
Corriere della Sera 15/10/2010

Conclusi i lavori costati 3 milioni di euro
Raddoppiano gli spazi visitabili

ROMA — Nessuno finora è mai arrivato fin lì: tranne i gladiatori e le fiere, s'intende. Interrati nel V secolo, i sotterranei dell'Anfiteatro Flavio, proprio sotto il piano dell'arena, adesso sono accessibili al pubblico: basta prenotare una visita guidata, pagare 8 euro in più e sgranare gli occhi L'apertura ufficiale sarà martedì, ma già da oggi, senza aggiungere neanche un euro sul prezzo dei biglietto, si può ammirare un'altra parte del Colosseo: il III livello, a trentatré metri d'altezza, chiuso dagli anni Settanta. Da lì, si vede l'area archeologica e tutta là città, fino all'Eur. Un'operazione costata complessivamente meno di tre milioni che restituisce al mondo una parte cospicua del monumento più visitato d'Italia: ora, gli spazi nei quali è possibile entrare sono raddoppiati. Un nuovo Colosseo, dunque, è pronto. Si entra dalla Porta Libitinaria, proprio la stessa dalla quale i gladiatori uscivano morti Lo spettacolo non sarà per tutti: il commissario straordinario dell'area archeologica di Roma e Ostia, Roberto Cecchi, prevede «circa una decina di gruppi al giorno, di venticinque persone» Quindi, dalla mattina alla sera, 250 fortunati: pochini, se si considera che il monumento è visitato, quotidianamente, da diciotto-diciannovemila persone. I dati delle presenze, in effetti, sono impressionanti: 4 milioni e mezzo di biglietti nei primi otto mesi dell'anno (più 15 per cento). Adesso, è facile immaginare, che visti i nuovi percorsi la percentuale salirà: bene per l'indotto ma non del tutto per il monumento, visto che il sottosegretario ai Beni culturali Francesco Giro lo definisce «un malato cronico». Non per caso, adesso, l'Anfiteatro Flavio è atteso dalla sfida più grande: il bando per lo sponsor, che punta a raccogliere 23 milioni con cui ripulire l'intero Colosseo, dotarlo di una nuova recinzione e di impianti più moderni. Il ministro Sandro Bondi sorride ampio: «Negli anni Settanta a Roma c'è stato un amministratore (Renato Nicolini, ndr) che ha ottenuto un grande successo puntando sull'effimero, e non ha lasciato nulla. Io ho fatto la scelta opposta, ho lavorato come lavora un amministratore. Faccio il sindaco della Cultura». A Roma si annunciano altre inaugurazioni: il restauro del Tempio di Venere e della Casa delle Vestali. Ma di certo il lavoro fatto sul Colosseo regalerà ai visitatori un pezzo di storia mai visto. Anche perché i sotterranei, come spiega la direttrice Rossella Rea, «si sono conservati nel tempo senza subire nessuna delle manomissioni che sono toccate invece, nei secoli successivi, alla parte più elevata dell'anfiteatro». Lì sotto, tutto sembra rimasto com'era: come quando a camminare non erano giapponesi e tedeschi, ma gladiatori e fiere.

I costi
Il biglietto. Per vedere i sotterranei dell'Anfiteatro Flavio, proprio sotto il piano dell'arena, basta prenotare una visita guidata, pagando 8 euro in più
Al giorno. Sono 250 i fortunati che ogni giorno potranno fare la visita guidata



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news