LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Il Governo taglia anche il Vasari
Silvia Bardi
La Nazione - Arezzo 15/10/2010

Fanfani: faremo una mostra sola. Sarà allestita ad aprile nella Galleria d'arte contemporanea

IL SINDACO «Scelta obbligata dalla riduzione dell'80 per cento dei finanziamenti Rinunceremo ad alcuni prestiti»

Se due è meglio di uno, di questi tempi uno è meglio di niente. E anche il Vasari dovrà accontentarsi e per il suo cinquecentesimo compleanno invece di due «grandi mostre» assisterà, ovunque egli sia, a una sola «grande mostra». Praticamente una summa delle due previste inizialmente. Un taglio drastico non per motivi tecnici ma per motivi economici. «Il Comitato sta già lavorando e abbiamo avuto un altro incontro interlocutorio — fa sapere il sindaco Gisueppe Fanfani, che però punta subito il dito accusatore dell'avvocato — una bella impresa visto che il Governo ci ha ridotto i finanziamenti dell'80 per cento. Questa situazione pesantissima ci costringe a rivedere tutto anche se per adesso non c'è ancora niente di definitivo. Di sicuro due mostre non sono più sostenibili. La novità più grande è che saranno accorpate e razionalizzate. Privilegeremo i circuiti cittadini, le opere a chilometro zero, quelle provenienti dall'Italia, rinunceremo a qualche arrivo dall'estero perchè anche solo le spese di trasporto inciderebbero in modo grave».
Un’altra voce che permetterà un forte risparmio, organizzando una sola mostra, sarà anche quella della sorveglianza che inizialmente sarebbe dovuta costare 100mila euro. Tutto fa in tempo di vacche magre. E se proprio bisogna tirare la cinghia facciamolo almeno per migliorare la linea. La mostra infatti cercherà comunque di dare ampio spazio agli artisti raccontati dal Vasari nelle «Vite», di far scoprire l'uomo e l'artista anche attraverso il suo territorio con itinerari in città e in tutta la provincia, così come era previsto nel programma presentato dai curatori Cecchi e Acidini. Il luogo scelto, a questo punto, è quello della Galleria Comunale d'Arte Contemporanea di Piazza San Francesco che ospiterà anche i capolavori provenienti da altri musei. Qualcuno non verrà, qualcuno non sarà spostato ma andremo a cercarcelo nel percorso cittadino, come il Cimabue della chiesa di San Domenico, altri invece sono confermati come i prestiti del Louvre. Anzi, proprio con i francesi potrebbe essere gettato un ponte di collaborazione visto che nelle stesse date della mostra vasariana arriveranno a Cortona i tesori etruschi. E se è sempre vero che due è meglio di uno, non è esclusa la possibilità di un accordo per portare i turisti in entrambe le città e in entrambe le mostre.
Le date invece slittano: dall'11 marzo 2011 si passa ad aprile con la conclusione dell'evento prevista a luglio 2011, proprio nei dintorni del compleanno del Vasari, nato, come ci ricordano i libri di storia, il 30 luglio 1511. Un rinvio dettato, questa volta, da puri motivi tecnici. Nel programma, sempre restando nel campo delle collaborazioni con i grandi musei, anche incontri e «lectio magistralis» dei direttori del Louvre, dell'Hermitage, della National Gallery, del Prado e del museo di Vienna. Resta il «giallo» dell'Archivio Vasari, le cui carte costituirebbero la soluzione ideale tra risparmio e km zero per il semplice fatto che le abbiamo in casa. Su di loro c'è già un progetto della Soprintendenza Archivistica della Toscana presentato al Ministero. Ma su di loro pesa anche il veto dei proprietari, gli eredi Festari, che rivendicano il diritto di dare ogni volta il permesso per mostre e consultazioni. Messi d'accordo tutti la mostra sembrerebbe già pronta. Almeno sulla carta. Anzi, sulle carte.



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news