LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La Cultura si salva con un obolo
La stampa - Torino 16/10/2010

Coppola chiede aiuto alle banche

L’altra settimana, benedetto dal ministro Bondi in persona, si era inventato il «cinque per mille» applicato alla Cultura, una trovata per far fronte ai tagli del governo e convincere i privati a mettere mano al portafogli tenendo a galla enti e fondazioni. Ieri, variazione sul tema, ha lanciato la carta di credito per la Cultura, da cui, a ogni transazione, verrebbe prelevata una percentuale sulla commissione, da destinare a un fondo per sostenere i più importanti enti, dal teatro Regio al museo Egizio. Dura la vita dell'assessore regionale Michele Coppola, costretto, come Fregoli, a cambiare abito ogni giorno per far fronte alle casse vuote della Cultura piemontese e ideare sempre nuovi sistemi per rimpinguare un po' i bilanci esangui dei vari enti. Tentativo ammirevole e, a dire il vero, non illusorio. Del resto l'idea in Italia è stata tradotta in pratica l'anno scorso, quando Unicredit lanciò una carta che devolveva il tre per mille delle spese effettuate a favore del Progetto Oasi del Wwf. Senza contare l'illustre precedente dell'American Express, datato anni Ottanta: c'era da restaurare la Statua della Libertà, e la compagnia promise di donare un penny per ogni transazione e un dollaro per ogni nuova carta registrata nei primi tre mesi del 1983. Risultato? La Ellis Island Foundation intascò 1,7 milioni di dollari. «Speriamo di varare il progetto entro la fine dell'anno», spiega Coppola. «E un nuovo modo per affrontare i costi della cultura, salvaguardando i beni più importanti sul territorio». Già, ma per tradursi in pratica si dovrebbe prima trovare una banca disposta a emettere la carta di credito. L'indizio l'ha servito lo stesso Coppola, sfoderando la proposta a Palazzo Madama durante il lancio della Carta Esperienza Italia 150, iniziativa del Comitato Italia 150 in collaborazione con Intesa Sanpaolo. Marco Morelli, direttore generale dell'istituto, alla guida della Banca dei Territori, per ora si limita a un commento laconico: «E’ un progetto da valutare». L'altro progetto, invece - la carta di credito legata a Italia 150 - è già realtà. «Diventerà lo strumento per riscoprire il grande patrimonio artistico e culturale delle nostre città», hanno spiegato Anna Martina, uno dei direttori del Comitato, e Morelli. Sulla tessera, che costerà dieci euro e si potrà prelevare da oggi nelle filiali del gruppo bancario, ai Gtt point e alle biglietterie della Reggia di Venaria, si potranno caricare al costo di 22 euro i biglietti per gli eventi e le mostre organizzate durante Italia 150, a Torino e in altre città. «Per i cittadini e per i visitatori sarà una corsia preferenziale con cui evitare code alle biglietterie, rendere più agevoli gli spostamenti con i mezzi pubblici e pagare in maniera veloce», rivelano i promotori dell'iniziativa.



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news