LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

MILANO - Cantieri veloci e deroghe su misura ecco i superpoteri Expo alla Moratti
ALESSIA GALLIONE
La Repubblica 17-10-10, pagina 6 sezione MILANO



POTERI straordinari. Di più. Sconfinati. Da "Bertolaso del Nord" che, d' ora in poi, nella logica dell' emergenza, permetteranno a Letizia Moratti di derogare a norme e leggi ordinarie per Expo. Perché con le ultime ordinanze firmate da Silvio Berlusconi, da ieri diventate ufficiali, la giurisdizione del sindacocommissario, ormai, è totale su quel milione di metri quadrati su cui dovranno sorgere i padiglioni del 2015 e su tutte le opere necessarie per organizzare il "grande evento". Una firmata prima dell' accordo con i privati; un' altra sfornata subito dopo il "sì" al comodato d' uso di Fondazione Fiera e gruppo Cabassi. Due atti formali del governo, in rapidissima successione. Che non cambiano, però, il quadro. Le armi in mano di Letizia Moratti sono tante. Vanno dall' esproprio dei terreni fino alla possibilità per tutto quello che riguarda le aree di saltare il consiglio comunale per approvare, ad esempio, strumenti urbanistici come la variante che deciderà quanto si potrà costruire dopo l' Esposizione. Ma riguardano anche i futuri cantieri e appalti, che potranno percorrere corsie riservate tagliando i tempi di affidamento e andando avanti anche di fronte ai ricorsi. Eccoli, tutti i poteri del supercommissario. Letizia Moratti li aveva chiesti fin dalla scorsa estate. Era il 5 agosto ed Expo era impantanata negli scontri tra Comune, Provincia e Regione per decidere come acquisire i terreni. Un sos lanciato al governo proprio in vista dell' appuntamento del Bie della prossima settimana. Il Bureau - si legge nell' ordinanza - aveva chiesto «la disponibilità del sito» per ottenere la registrazione ufficiale e lei, il sindaco-commissario, aveva chiesto «ulteriori deroghe alla normativa ordinaria, finalizzate, in particolare, alla localizzazione del sito Expo e alla realizzazione delle relative opere». Poteri straordinari, appunto. Invocati - è ancora il racconto dell' ordinanza - anche da Roberto Formigoni, lo scorso settembre «per accelerare le attività commissariali». Per questo, per «adottare tutti i provvedimenti necessari per assicurare la disponibilità delle aree» Berlusconi ha concesso al commissario-Moratti la possibilità di «sostituirea ogni effetto di legge, accordi, pareri, intese, nulla osta, autorizzazioni e concessioni». Fino all' esproprio, che il sindaco - nell' ordinanza fatta prima dell' accordo con Fiera e Cabassi - avrebbe potuto portare a termine saltando decine di articoli di legge. Un elenco sconfinato che viene soltanto ridotto dalla seconda ordinanza, ma non cancellato e che aggiunge tutta una serie di specifiche sugli «indennizzi». Quello che rimane, nascosto in decine di riferimenti a leggi e decreti, è anche la possibilità per Letizia Moratti di avvalersi di deroghe alla normativa ordinaria anche per le opere di Expo e per tutte quelle che saranno considerate «indifferibili e urgenti». Il sindaco potrà saltare gli accordi di programma, sveltire le procedure e i controlli sull' affidamento degli appalti. Come era già successo per i poteri che il governo le aveva concesso lo scorso gennaio per tutti i cantieri in città, poi, vengono cancellati con un tratto di penna norme in materia ambientale e urbanistica, o del codice dei beni culturali e del paesaggio.



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news