LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Genova - Al Carlo Felice arrivano i contratti di solidarietà
DINO FRAMBATI
CONQUISTE DEL LAVORO – 19 ottobre 2010

Grande vittoria dei sindacati confederali, con in testa una Fistel-Cisl ligure determinata, coerente, sempre attiva ed in prima linea nella vertenza, per l'esito della votazione sui contratti di solidarietà, anziché la cassa integrazione, per i lavoratori del teatro Carlo Felice di Genova. Dei 286 dipendenti della struttura, con solo un centinaio di aderenti a Cgil, Cisl e Uil e circa 150, invece, agli autonomi, 147 su 166 votanti hanno detto si all' accordo del 13 ottobre scorso tra le tre associazioni ed i dirigenti della Fondazione che gestisce la struttura. Gli autonomi avevano osteggiato l'iniziativa ma sono stati sconfitti. I contratti di solidarietà prevedono riduzione di stipendio ma salvezza del posto di lavoro ed eviteranno la liquidazione dell'ente. "L'approvazione dell'accordo - ha detto Francesco Grillo, segretario ligure Fistel-Cisl - è un passo importante che allontana il licenziamento dei lavoratori bloccando il procedimento di liquidazione (già approvato e avviato dal Consiglio di Amministrazione del Teatro) e apre la strada per il rilancio del CarloFelice". L'accordo impone inoltre al Consiglio di Amministrazione di non licenziare per i prossimi due anni e prevede una riduzione al massimo del 40% delle ore lavorative e del 20% dello stipendio. Entro il 15 novembre i lavoratori riceveranno mille euro di acconto su settembre, mentre la rimanenza, dello stesso mese e di ottobre, verrà liquidata entro giugno 2011. "Abbiamo dato voce e chi non riusciva ad averla e lavorava in silenzio nella struttura. Abbiamo dimostrato, con questa iniziativa atipica e nuova - insiste Grillo - come i dipendenti siano qui per lavorare". Giusta soddisfazione perché c'è molto di Cisl nel risultato ottenuto di aver salvato una struttura artistica di livello nazionale: lo rivendica il segretario generale provinciale di Genova, Antonio Graniero, che ricorda come la Cisl del capoluogo ligure abbia voluto "con forza" i contratti di solidarietà "perché strumento che permette di mantenere tutti i lavoratori presenti e di poter programmare la stagione del prossimo anno. Cosa che non sarebbe stata possibile con gli ammortizzatori in deroga". Ma Graniero sottolinea che la Cisl non si limita ad opere di salvataggio ma indica anche proposte per il futuro del Carlo Felice. "Chiediamo - afferma - che il teatro passi attraverso programmi di riorganizzazione ed una programmazione delle opere liriche e della stagione degli spettacoli, allargando il mercato con opportuno marketing, perché deve raccogliere utenza pure da fuori Genova". Tre gli indirizzi lungo i quali occorre far muovere la gestione del teatro, indicati da Graniero: innanzitutto la salvezza dell'occupazione ottenuta grazie ai sacrifici dei lavoratori che hanno accettato i contratti di solidarietà. Quindi la riorganizzazione del teatro: "Si comprano scenari da migliaia di euro che poi vengono abbandonati in magazzino anziché pensare a rivenderli", denuncia Graniero, aggiungendo, come terza linea guida per il futuro, l'utilità di ripetere gli spettacoli e venderli ad altri teatri. E sottolinea come la vertenza del teatro genovese, grazie alla Cisl, alle altre confederazioni nazionali ed al Ministero del Welfare "deve diventare apripista per strumenti di tutela dei lavoratori anche per altri teatri". Del resto il caso ha suscitato eco nazionale a partire dal ministro dei beni Culturali, Sandro Bondi, che ha espresso soddisfazione ed ha annunciato che presto sarà a Genova, mentre il sindaco Marta Vincenzi ha ringraziato i lavoratori che hanno detto si all' accordo, mentre ha espresso l'augurio che "anche i lavoratori che si sono opposti e i sindacati (autonomi ndr) che li rappresentano prendano atto del risultato e collaborino attivamente al rilancio del teatro".



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news