LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Il tesoretto della card musei un milione da Uffizi & C. Pass unico, intesa con Roma: 50 euro e niente coda
MARA AMOREVOLI MASSIMO VANNI
GIOVEDÌ, 28 OTTOBRE 2010 - LA REPUBBLICA Firenze






E´ tutto pronto: 33 musei stipati in una carta. Statali e comunali. Costo 50 euro, bus Ataf e tramvia inclusi. Con una offerta speciale: niente attese, niente code all´ingresso. La carta dà diritto a saltare le code. La prima emissione sarà in 100mila esemplari, validi fino alla fine del 2011, per un totale di 5 milioni di euro. E´ l´operazione «card Firenze», il biglietto unico di cui si parla da anni. Dal quale Palazzo Vecchio conta di ricavarci circa 1 milione di euro. Sotto forma di interventi di manutenzione.
Per il momento però la «card Firenze» è impigliata nella trattativa tra il Comune e il governo su tutte la partite culturali aperte: dal nuovo Teatro della musica in costruzione alla Leopolda al futuro della Pergola dopo la soppressione dell´Eti, fino alla agognata «tassa di scopo» sulla quale il sindaco Matteo Renzi nutre ancora molte speranze.
E´ stata la finanziaria di due anni fa a parlare di tassa di scopo. Di qualche euro in più da far pagare ai turisti che soggiornano in città: se un Comune la chiede ed ha buone motivazioni per farlo, il governo può concederla. Roma l´ha ottenuta. E il sindaco Renzi, che progetta di ricavare molto di più dell´operazione «card» - più o meno 15 milioni di euro - l´ha ufficialmente chiesta al sottosegretario Letta e al ministro Bondi. E se la richiesta andrà a buon fine lo sapremo presto: il cosiddetto «mille proroghe», il traghetto sul quale Renzi spera sia caricata anche la tassa di scopo fiorentina, è atteso tra un paio di settimane. Più o meno quando il ministro Bondi arriverà a Firenze per inaugurare «Florens 2010», la kermesse della cultura ideata dagli Industriali.
Sul nuovo teatro della Leopolda il sindaco ha già ottenuto rassicurazioni: il governo garantisce una copertura fino a 190 milioni di euro. Un po´ meno di quelli che servirebbero, ma pur sempre un passo avanti. Ancora da sbrogliare invece la pratica della Pergola, passata sotto la gestione del ministero. Il teatro più prestigioso di Firenze che aveva già un accordo Gabriele Lavia andrà al Comune? Senza garanzie sulle risorse, è un´ipotesi audace. E in attesa che si appongano le firme sull´intera partita culturale tra Comune e governo anche la «card Firenze» resta un progetto. Anche se già pronto a partire.
Dagli Uffizi all´Accademia, dalla Galleria Palatina a Palazzo Vecchio, dal museo archeologico alla Cappella Brancacci: chi acquisterà la card unica dei musei potrà scegliere tra 33 possibilità (se ne aggiungeranno altre via via) i musei da visitare nell´arco di 72 ore. Cioè nel tempo massimo di 3 giorni. Perché un turista dovrebbe comprare la carta da 50 euro? In fondo un ingresso semplice agli Uffizi costa solo 6,50 euro, idem per il David all´Accademia. La scommessa si gioca però tutta sulla possibilità di evitare le code. Lunghe ore e ore.
«E´ tutto pronto - conferma la direttrice regionale Maddalena Ragni - manca solo l´accordo politico tra sindaco e ministero. Per quanto riguarda Uffizi, Accademia, Palatina e Boboli gli incassi andranno tutti al polo museale, mentre quelli degli altri musei saranno ripartiti tra i due soggetti al 50 per cento». Più carte si venderanno e più soldi saranno spartiti. E se la partenza è con 100mila carte l´obiettivo è conquistare la marea dei circa 5 milioni di turisti che ogni anno passano dai musei fiorentini. Una parte degli introiti, dice Ragni, saranno però reinvestiti sulla città. Finanziando anche gli interventi che fino ad oggi il Comune ha garantito con le proprie risorse: «So che c´è una trattativa - conclude la direttrice - per smistare parte degli incassi del polo museale per interventi e opere da concordare con Palazzo Vecchio».



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news