LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

FIRENZE - Comunale, il sindacato lancia l´allarme amianto
ERNESTO FERRARA
GIOVEDÌ, 28 OTTOBRE 2010 - LA REPUBBLICA Firenze



Una patologia accertata, una sospetta. "Chi ha lavorato prima del ´91 si faccia visitare"


Amianto al Teatro Comunale, saltano fuori i casi di due ex lavoratori, un elettricista e una donna che ha lavorato per due stagioni come aiuto macchinista, affetti da patologie sospette. E i rappresentanti per la sicurezza dei lavoratori del Maggio (Rls), che da tempo seguono la vicenda, lanciano l´allarme: da una parte distribuendo un questionario tra i dipendenti del teatro - stilato sulla falsariga di quelli dell´Inail - in cui si chiede se si ritiene di correre rischi da esposizione; dall´altra, come spiega Paolo Rombi, Rls del sindacato Uilcom, lanciando un appello ai lavoratori a farsi avanti, sottoponendosi a visite mediche per accertare eventuali malattie legate alle fibre d´amianto, fino al 1991 presente nella struttura di Corso Italia (ristrutturata dalla ditta Pontello negli anni ´60), dove solo pochi mesi fa è finito l´ultimo intervento di bonifica e dove tuttavia persiste ancora dell´amianto in condizioni di sicurezza.
«Si sottopongano ai programmi di controllo previsti per gli esposti all´amianto tutti quelli che hanno lavorato prima del 1991 al Comunale, ma anche tutti quelli che ritengono di essere entrati in contatto con l´amianto nelle varie aree del teatro che dal 1999 in poi sono state interessate da lavori di bonifica come la sala mensa, il foyer del teatro, la sala ballo e la sala coro», dice Rombi, chiedendo anche alla soprintendente Francesca Colombo di interessarsi della vicenda. «Occorre contattare tutti quelli che hanno lavorato in teatro prima del 1991, quando iniziò la rimozione del soffittone che conteneva amianto sfarinato. Si peschi negli archivi, si chiamino una ad una le persone. Il tempo d´incubazione di una malattia legata all´esposizione da fibre d´amianto può essere molto lungo e si è ancora in tempo a prevenire qualcosa».
Due i casi denunciati dai sindacati. Quello di Alfredo Magnanelli, 58 anni, elettricista al Comunale dal 1972 al 2000, a cui è stata diagnosticata «asbestosi con presenza di placche pleuriche» dovuta all´esposizione a fibre d´amianto e a cui la stessa Inail ha già riconosciuto la «malattia professionale con invalidità»: «Ho lavorato per anni in locali in cui c´era amianto polverizzato: avevo quattro colpi di tosse ogni tanto, il medico mi ha consigliato una Tac e ho scoperto il problema. Fortunatamente sto bene, mi sono mosso per tempo. Non chiedo danni al Teatro, chiedo che venga fatta una vera operazione trasparenza su tutti i lavoratori, anche gli ex», dice Magnanelli. Il secondo caso è quello di una donna che ha lavorato al Comunale come macchinista (non a diretto contatto col soffitto), nel 1989 e 1990: vive in Veneto, ha un tumore alle ovaie e ai polmoni. Per ora l´Inail non le ha riconosciuto la malattia professionale.



news

20-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 20 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news