LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Milano. La Canoa sbarca in Centrale. Comune, nuova bufera sull'arte
Rossella Verga
Corriere della Sera Milano 30/10/2010

Palazzo Marino. Il progetto di Finazzer Flory.
Polemica anche sui Cani a Palazzo Reale
Dopo il Dito di Cattelan, la maggioranza si divide sull'opera di Vitali

Le sculture di Velasco Vitali: «Sbarco», che sarà esposta alla Stazione Centrale, e un pezzo della mostra sul randagismo prevista a Palazzo Reale “La migrazione dell'uomo”. E' bastato questo tema, scelto dell'assessore alla Cultura, Massimiliano Finazzer Flory, per far scattare un'altra volta a Palazzo Marino le scintille delle polemiche sul concetto di arte. Dopo la mostra di Cattelan e il suo contestatissimo Dito medio, ora la maggioranza si divide sulla canoa di 14 metri che verrà sistemata dal 13 novembre al 3 dicembre in piazza Duca d'Aosta, davanti alla Stazione Centrale. Si chiama «Sbarco», ed è un omaggio ai migranti. Sull'opera, di Velasco Vitali, si è già abbattuto il sarcasmo della Lega. «Visto che in città abbiamo un dito medio che lancia una vaffa a tutto il mondo — commenta il capogruppo, Matteo Salvini — ci può stare anche la canoa rovesciata: mi riserverò di chiedere a Finazzer Flory di commissionare al famosissimo Velasco Vitali anche un'opera omaggio al milanese superstite e al viaggiatore in difficoltà». Di più. «Anche recenti fatti di cronaca — rincara Salvini — ci dimostrano che alla Stazione Centrale più che ai migranti servirebbe davvero un omaggio al viaggiatore tutelato, una figura che sembra in via d'estinzione». Salvini non sembra apprezzare neanche la mostra sul randagismo, sempre con opere di Vitali, che sarà ospitata invece a Palazzo Reale, in un collegamento ideale tra i due spazi. «Visto che a Milano ci sono centinaia di migliaia di cani — attacca l'europarlamentare — il gran finale di questa mostra potrebbe essere una gigante cacca di cane davanti al nuovo Museo del Novecento, in omaggio ai tanti milanesi che ogni giorno devono fare la gincana per schivare gli escrementi. Per un'opera del genere chiamerei non solo Vitali, ma anche Cattelan, così tutto il mondo potrà nuovamente parlare di Milano». Finazzer Flory non se ne cura. E precisa: «Velasco Vitali dà forma e concretezza alle figure migranti e ciò che colpisce dei suoi lavori è l'irriducibile tensione fra individuo e comunità». La canoa, trasportata da due uomini coperti fino al busto dallo scafo, rappresenta il primo dei quattro capitoli narrativi della mostra, «per una riflessione sulle tematiche dell'isolamento, del viaggio, dell'immigrazione, della precarietà».



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news