LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

POMPEI Lira di Manfredi: una situazione davvero inaudita. Manfredi: ma chi non fa il suo dovere deve andar via
di ANNA PAOLA MERONE
corriere del Mezzogiorno 7 nov 2010 Salerno






NAPOLI Ha saputo del crollo della scuola dei gladiatori di Pompei appena sbarcato dallaereo, in arrivo da Itaca. Larcheologo e scrittore Valerio Massimo Manfredi si fermato un attimo a riflettere. A riordinare le idee. A ricomporre mentalmente le immagini degli Scavi che ho visitato almeno mille volte.

Professore, come ritiene si possa essere arrivati a tanto?

A Pompei c un serio problema di carattere ambientale. Ci sono situazioni pregresse che hanno determinato una abbondanza di personale in certi settori, mentre il personale veramente necessario manca. Gli archeologi e i restauratori sono sotto organico, non c un numero sufficiente di operai. Non c un agronomo che si occupi delle erbe, che verifichi che non spacchino i reperti.

In realt a Pompei non c neanche un archeologo di turno nei weekend.

E la cosa non mi stupisce. So bene quali sono le carenze agli Scavi.

Il Colosseo apre nuovi spazi, Pompei crolla. Destini diversi per i due monumenti archeologici italiani pi visitati.

Il Colosseo relativamente sicuro. La struttura tutta legata su se stessa attraverso archi che hanno un andamento concentrico dallalto in basso. A Pompei abbiamo invece strutture estremamente fragili. Ci sono siti monumentali robusti, penso allanfiteatro ad esempio, ma molte case sono fatte di materiali poveri e deperibili e non dobbiamo dimenticare che lo scavo vecchio di 200 anni. una struttura a cielo aperto, ci piove sopra e patisce lo sbalzo di temperatura fra inverno ed estate e il giorno e la notte. E intanto c il solito rimpallo fra chi sostiene che Pompei vada coperta con plexiglas o lamiere e chi sostiene che sarabbe un falso. Si decida una buona volta cosa fare da grandi: se coprire o no le strutture. Quelle coperte saranno anche criticabili, ma la roba dentro conservata bene, comprese le pitture murali e i pavimenti. E cos si potrebbero esporre anche oggetti o loro perfette riproduzioni.

Il meccanismo dunque inceppato, ma dove?

Guardi, Pompei ha 4 milioni di visitatori e credo sia in perdita. Anche qui c qualcosa che non va. Un museo con questi numeri non pu essere in perdita. vero che un bene culturale che non obbedisce a questioni di carattere economico, per... Nonostante gli esperimenti fatti il City manager, la separazione della direzione scientifica da quella amministrativa, i commissariamenti, che non so quanto possano funzionare. continua a succedere di tutto. Ho visto foto dei lavori per la ricostruzione del teatro che sono da capelli dritti in testa. Buchi, tubi di corrugato fatti passare attraverso le murature.... Non sono contrario alla ricomposizione dei monumenti antichi un teatro pu essere anche riusato, vissuto ma la situazione in generale di degrado. Ma di chi la colpa? Non certo dellex soprintendente. Sono amico di Guzzo e so che si dato da fare in tutti i modi. I colleghi che sono l sono persone di grande dedizione al proprio lavoro, gente preparata ed in gamba che ha allestito mostre importanti, alcune straordinarie. Bisogna per che qualcuno dica adesso basta, che si rispettino le regole e si assumano le persone che sono necessarie, mandando via quelle inutili. Il ruolo di soprintendente di Pompei , nellambito archeologico, il pi importante dItalia: allora bisogna mettere questi signori in grado di lavorare. Non si pu dire vai e fai e poi non c possibilit di fare, o chi d un ordine si trova davanti ad un muro di gomma. Il discorso molto semplice: occorrono regole e mezzi. I 4 milioni di visitatori sono i mezzi: quasi 50 milioni di euro allanno. Dove sono andati questi soldi? Nessuno ruba un centesimo e allora mi viene da pensare che questi soldi finiscano nel calderone. Si faccia in modo che restino l, si promuova un federalismo delle opere d'arte.

La politica che responsabilit ha in questa situazione?

In Italia c il pi grande patrimonio culturale del pianeta e di solito gestito da un ministro che ha meno mezzi a disposizione degli altri. Eppure la cultura una delle fonti di reddito pi significative. Abbiamo avuto ministri straordinari, ricordo ad esempio Spadolini, e questa la strada: in certe situazioni bisogna mettere quelli bravi, a prescindere dalla politica, e dargli i mezzi che ci sono per valorizzare le nostre risorse.

Limmondizia, ora il crollo di Pompei... Cosa sta succedendo a Napoli?

Sono sicuro che c un motivo unificatore. La spazzatura? Come si pu pensare che sparisca per un caso, senza impianti? Le racconto una cosa. La scorsa estate ho portato allArcheologico di Napoli, quello che considero con Roma il pi significativo museo di cose greco romane del mondo insieme, alcuni amici importanti. Su 17 sale, 7 erano chiuse: non si poteva vedere neanche la Battaglia di Isso di Alessandro Magno. Mancava il personale, ci hanno detto. Salvo poi vedere in alcune sale ma 4-5 custodi a chiacchierare. Io ci sono rimasto malissimo. ora che vada a casa chi non fa il suo dovere. ora che qualcuno si prenda le responsabilit di tutto questo e ci spieghi perch si tratta male questa eredit unica al mondo. Che poi, come a Pompei, finisce anche in pezzi.



news

26-01-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 26 gennaio 2020

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

Archivio news