LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Dall'antico borgo di pr cocci di ceramiche pregiate
09/11/2010 IL SECOLO XIX


i risultati della campagna archeologica appena conclusa
I ritrovamenti dipingono un quartiere medievale vivacissimo con orti e botteghe artigiane
COM'ERA Pr nel Medioevo? Vivacissima. Certo pi di oggi. Gli artigiani avevano qui casa e bottega, alle spalle c'erano orti generosi, confermati non solo dal ritrovamento di numerosi pozzi ma anche di terreno lavorato, ancora con i gusci delle lumache, le pietre sminuzzate. Un tessuto sociale che viene "raccontato" dagli scavi conclusi da poco e seguiti da Alexandre Gardini della Soprintendenza dei Beni Archeologici.
Si parte proprio dalla sua "bisaccia" di investigatore del passato da cui escono cocci coloratissimi: sono ceramiche spagnole (di moda sulle mense anche pi popolari perch avevano bei disegni concepiti da artisti islamici) ceramiche savonesi, genovesi e toscane soprattutto di Montelupo, frammenti di piatti e brocche del Quattro-Cinquecento. "Lampi" di vita quotidiana. Gardini ci porta in piazza Durazzo, piccolo spazio urbano ricavato nell'Ottocento dalla demolizione di case medievali, rimasto discarica per anni e oggi riqualificato, dopo la campagna di scavi.
In questo sottosuolo abbiamo trovato una cisterna rinascimentale, ma anche fondamenta di abitazioni e botteghe. Nella vicina piazzetta dei Tintori c' un grande pozzo che serviva all'irrigazione dei campi, e nel vicino vico Pace spuntato un pavimento della prima met del 1500 con una vasca in muratura, e dell'ardesia forata con una ciotolina di ceramica incorporata. Facilmente si trattava di un laboratorio di tintori. Lanaioli e tintori lavoravano le pelli in posti defilati per evitare che cattivi odori e acque inquinate ammorbassero gli abitanti. I lanaioli erano dislocati dove un tempo c'era Madre di Dio, vicino al Rio Torbido.
Contrada Predis, da cui viene Pr (che sta per prati) si delinea sempre pi come zona commerciale e agricola. Che si urbanizza nel XIII secolo quando viene inglobata nelle mura. Cos si sviluppa l'arsenale e anche la darsena. E il tessuto abitativo e commerciale.
Quanto al recupero di vasellame nella zona dei Truogoli ma anche di vico San Cristoforo ecco frammenti di pentole invetriate dal fuoco, brocche, pitali. Ultima annotazione curiosa il ritrovamento di molti pavimenti sopraelevati. Era proibito dai Padri del Comune scaricare materiale nel porto perch dragare era complicato e costoso. Quindi quando rifacevano le case scaricavano all'interno il "zetto", i calcinacci...il grosso problema dei rifiuti c'era anche allora. E cita la cava d'argilla di via San Vincenzo, collocata nel 1450 dove oggi c' il liceo Barabino. Cava molto sfruttata perch vi si produceva maiolica genovese, quando questo filone si fa savonese, la cava d'argilla fu riempita di rifiuti.
D. B.




news

12-10-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 12 OTTOBRE 2018

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

Archivio news