LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Pompei. Privati negli Scavi
Salvo Sapio
Il Mattino Napoli 9/11/2010

Gli imprenditori lanciano la sfida L'Ance: Fondi e lavori per la sicurezza Lettieri: pronti a gestire. E la Regione apre

Fino ad oggi avvicinare i termini imprenditori privati e Scavi di Pompei significava far riferimento a sponsorizzazioni, finanziamenti per eventi, stanziamenti per il recupero di aree e strutture. Nulla di diretto e nulla di realmente tecnico. Dopo il crollo negli scavi a sollecitare un salto di qualit nei rapporti tra enti pubblici e privati l'Ance, l'associazione dei costruttori della Campania. Una proposta che prevede investimenti privati, mirati e sostanziali, da parte degli imprenditori edili della Campania perla salvaguardia del sito archeologico di Pompei. L'idea stata annunciata da Nunziante Coraggio, presidente dell'Ance Campania nel corso dell'assemblea annuale dell'Associazione costruttori. Pompei - ha detto Coraggio - rappresenta un patrimonio inestimabile dell'umanit, per questo noi costruttori siamo pronti ad aprire un dialogo con la Soprintendenza e gli enti locali per varare un piano di investimenti privati nel sito. Non una generica disponibilit di investimento ma gli imprenditori edili potrebbero quindi partecipare direttamente ai lavori necessari per evitare nuovi cedimenti come quello avvenuto sabato scorso alla palestra dei gladiatori: Il progetto - prosegue Coraggio - potrebbe poi prevedere una compartecipazione dei privati ad esempio in attivit commerciali legate all'indotto turistico degli Scavi. Stesso piano d'analisi arriva dal presidente dell'Unione Industriali di Napoli, Giovanni Lettieri: Non so se la forma pu essere quella della fondazione o un'altra, ma di certo, se c' un'apertura, gli imprenditori sono oltre che felici anche onorati di partecipare. Quella di una fondazione per la gestione dei beni culturali in Campania con la partecipazione degli imprenditori campani un'idea assolutamente percorribile. Serve una gestione manageriale dei beni culturali, capace di far arrivare verso il settore anche altre risorse oltre a quelle pubbliche, a cominciare dai privati. L'idea stata quindi apprezzata dal presidente nazionale dell'Ance, Paolo Buzzetti che ha auspicato un rapido confronto con la Sovrintendenza e la Regione sul tema. E proprio dalla Regione non si fatta attendere una apertura importante sulla proposta. Non avendo preclusioni ideologiche al riguardo - commenta il vicepresidente della Regione Campania con delega al Turismo e ai Beni culturali, Giuseppe De Mita - e non appassionandoci al confronto-scontro tra pubblico e privato, registriamo con interesse la proposta formulata dal presidente dell'Ance Campania in riferimento alla vicenda del crollo di Pompei. La posizione dei costruttori campani - continua l'assessore De Mita - lancia un segnale importante che va nella duplice direzione di affermare da un lato l'importanza della partecipazione sociale e dall'altro di prospettare la possibilit di investimenti privati rispetto al sito archeologico di Pompei, che indiscutibile patrimonio dell'umanit e non solo della realt territoriale nella quale si trova. In pratica se Pompei patrimonio di tutti giusto che tutti se ne occupino, pur nel rispetto di ruoli e responsabilit. In una logica di sostenibilit locale dell'organizzazione dei servizi - conclude De Mita - siamo interessati ad avviare con pezzi di societ un dialogo che vada proprio nella direzione della partecipazione alle dinamiche sociali e a promuovere un confronto capace di mettere in moto un'azione sinergica che tenda alla risoluzione dei problemi. In attesa che arrivi una risposta dalla Soprintendenza, il settore tecnico di ambito pubblico che gestisce il sito, il mondo politico ad accogliere con favore la proposta dell'Ance. Sulla stessa linea dell'assessore De Mita , infatti, Luciano Schifone, presidente del Tavolo del Partenariato Economico e Sociale della Campania. La proposta avanzata dal presidente dell'Ance Campania, Nunzio Coraggio - spiega Schifone - meritevole della massima attenzione.

Le iniziative di Pompei viva
Domus dei Casti Amanti. Cantiere-evento: un sistema di passerelle sospese permette di vedere il forno della panetteria, le due stalle con scheletri animali, un giardino, affreschi e mosaici. I visitatori assistono in diretta al lavoro degli archeologi e dei restauratori Pompei in bici. Da Piazza Anfiteatro a Villa dei Misteri un percorso ciclabile di circa 4 km che consente ai turisti di fermarsi presso aree attrezzate. Easy Pompei invece un percorso della durata di due ore circa rivolto ai visitatori con ridotte capacit motorie ma anche alle famiglie con bambini piccoli
Le Lune di Pompei. Visita spettacolo: le strade della citt si accendono, i giardini delle Domus si animano regalando al visitatore una visione inedita. La notte degli astrofili, il 10 agosto, con guide d'eccezione
Domus di Giulio Polibio. Una guida molto speciale accoglie i visitatori in una ricostruzione virtuale di forte impatto emotivo: l'ologramma dello stesso Giulio Polibio. In periodi particolari sono organizzate visite guidate a occhi bendati
Baby Pompei. Realizzati da Fondazione Idis - Citt della Scienza, laboratori di modellatura della ceramica; il Rosso Pompeiano; uno scavo archeologico simulato; strumenti di scrittura e calcolo del passato; vulcanologia
Pompei per la scuola. Mostra didattica Pompei A.D. 24 agosto 79 d.C.": ricostruisce l'eruzione e la distruzione di Pompei. Una tavola sismica vibrante" permette di vivere la simulazione del terremoto
Friendly Pompei. Rampe e appositi raccordi per i visitatori costretti sulla sedia a rotelle: diventano accessibili la Necropoli di Porta Nocera, l'Orto dei Fuggiaschi e alcune delle domus pi importanti



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news