LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Politica dei tagli uno dei pochi punti fermi della finanziaria 2003
Mauro Romano
MF - Denaro & Politica Numero 171, pag. 2, 30/08/2002

Oggi vertice a Palazzo Chigi. Sui ministeri nuova scure del 10% - Accantonata l’ipotesi di condono edilizio, il ministro del welfare Maroni ha escluso qualsiasi sanatoria previdenziale.

Alla vigilia della sessione di bilancio e nel giorno di un importante vertice di maggioranza che dovrà scrivere il secondo atto del governo Berlusconi, uno dei pochi punti fermi sui contenuti della prossima Finanziaria è la necessità di continuare con la politica dei tagli. A partire dalla spesa corrente di ogni singolo dicastero su cui sta per abbattersi, per la seconda volta e per un altro 10%, la scure del ministro dell’economia, Giulio Tremonti. È quanto si sono sentiti annunciare i ministri nel momento in cui hanno avanzato le prime richieste in vista della stesura della manovra per il 2003. Ad essere presi di mira, in particolare, per quest’anno la miriade di uffici, consulenze e commissioni ministeriali ritenute inutili. Risparmi arriveranno anche da un’accelerazione delle aste on-line della Consip (società del tesoro) per l’acquisto di beni e servizi che verranno estese a più settori possibili. Non verrà sicuramente abbandonato nemmeno il programma di dismissioni, mediante cartolarizzazione, degli immobili. Ed anzi arriveranno gli incassi delle vendite degli immobili contenuti nelle prime cartolarizzazioni. Definita ogni modalità con Bruxelles, il processo di dismissione dovrebbe subire ora un’accelerazione. Il 2003 sarà anche l’anno dell’avvio della Patrimonio spa che procederà alla valorizzazione degli immobili pubblici con l’obiettivo di aumentarne la redditività per le casse statali. Per il resto mettere ordine nel ventaglio colorato di proposte ed altrettante bocciature che ha caratterizzato tutto agosto non sarà facile. L’ultima, quella di un possibile condono previdenziale, è durata lo spazio di un giorno: proprio ieri sera il ministro al welfare, Roberto Maroni, ha smentito di lavorare in questa direzione «perché è un’iniziativa del tutto sbagliata».
I funzionari del dicastero del welfare, anzi, starebbero preparando per l’autunno «una vera lotta senza quartiere contro il sommerso», come ha spiegato lo stesso ministro, «in cui saranno coinvolti tutti i nostri servizi ispettivi e siamo convinti che dal recupero previdenziale otterremo lo stesso gettito che avremmo se facessimo il condono». Accantonata anche qualsiasi ipotesi di condono immobiliare, perché ritenuto immorale e impopolare in molti settori della stessa maggioranza, la sanatoria fiscale potrebbe essere lo strumento in grado di portare un po’ di ossigeno alle asfittiche casse statali (5 miliardi di euro secondo le stime più prudenti). E infatti tra tutte le idee emerse nelle ultime settimane sembra essere quella che incontra minori ostacoli. Tremonti ha fatto sapere che lui non proporrà mai un condono fiscale. Ma potrebbe trovare spazio durante il dibattito parlamentare ed essere approvato in concomitanza con l’approvazione della delega sulla riforma tributaria.
Ma il vertice di oggi dovrà innanzitutto affrontare la stesura di una nota di aggiornamento al Dpef ovvero la messa a punto del quadro di riferimento su cui verrà costruita la legge finanziaria. Soltanto dopo questa operazione il governo potrà mettersi concretamente a lavorare per trovare le risorse per realizzare una manovra che sembra lievitare verso i 15-20 miliardi di euro. (riproduzione riservata)

http://www.fabi.it/rassegna/


news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news