LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Il ministro Urbani: Non un provvedimento per la villa di Berlusconi
Paolo Conti
Corriere della Sera, 14 ottobre

ROMA Tutto questo per aiutare Berlusconi? Ma un modo di ragionare semplicemente aberrante. Qui parliamo di una norma di carattere generale che pu riguardare milioni e milioni di persone. Direi che questa obiezione una follia.... Giuliano Urbani, ministro per i Beni e le attivit culturali, si ribella alla lettura che buona parte del centrosinistra propone sul maxiemendamento alla delega ambientale: cio che sia un modo per sanare una volta per tutte, legge alla mano, i complessi e articolati interventi compiuti dal capo del governo a villa Certosa in Sardegna.
Cosa c'entra, ministro, la residenza estiva del capo del governo con questo maxiemendamento? Molto, dice l'opposizione.
Tutto questo mi pare un processo alle intenzioni molto infamante. Non sono mai stato a villa Certosa, non so di quali permessi o autorizzazioni si parli.
Fatto sta che la villa ricadrebbe nella casistica...
Insisto. Non ne so nulla. La verit un'altra. Dal 2002 esiste un partito trasversale nel governo come nel Parlamento che preme per ottenere condoni. Mi sono opposto. Ho avuto un solo obiettivo: bloccare il famoso comma 32. Quello, s, avrebbe rappresentato una sanatoria a regime, fatta norma. Noi la bloccavamo al Senato, loro la ripresentavano alla Camera....
Dicono dall'opposizione: Urbani ha sbugiardato il proprio stesso codice appena approvato.
Non assolutamente cos. Per gli abusi di cui parliamo si tratta di un semplice slittamento dei termini: dalla data di entrata in vigore del codice, cio maggio, al 30 settembre 2004. Con quella data si chiude definitivamente. E soprattutto si arriva a un chiarimento molto importante: da una parte i veri, grandi abusi e la possibilit di abbattere gli ecomostri con tanto di finanziamenti, cosa mai avvenuta. Dall'altra i piccolissimi abusi, le finestre aperte o chiuse, che riguardano la gente per bene e non i distruttori del paesaggio.
Ma perch ha deciso di dar via a questa proroga, ministro Urbani?
Recentemente, dopo un dibattito all'Universit Cattolica a Milano, sono stato avvicinato dai rappresentanti di al-cune Regioni che chiedevano un'estensione dei termini per evitare l'ingolfamento degli uffici e quindi situazioni oggettiva-mente poco gestibili. Ma restano i paletti e le limitazioni molto forti. Rimane l'obbligo di autorizzazione della soprintendenza, anche se a posteriori. Che non sarebbe pi vincolante, dice il centrosinistra.
Veramente nel mio testo la parola vincolante appare. Per mi chiedo come mai nessuno del centrosinistra si stia soffermando sull'altra novit del maxiemendamento. Cio la possibilit di abbattere concretamente gli ecomostri, anche quando il Comune per mille ragioni non pu o non vuole farlo, e di procedere alla riqualificazione di quell'area. Perch non ne parlano?.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news