LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LUCCA - Nel Palazzo Guinigi anche un museo dedicato a Barsanti e Matteucci
ROSSELLA LUCCHESI
GIOVED, 25 NOVEMBRE 2010 IL TIRRENO - Lucca



il progetto della Fondazione, domani intanto apre la mostra allAssindustria

In gestazione anche una iniziativa di respiro europeo sulla storia dellautomobile


LUCCA. Presto Lucca avr un museo interamente dedicato a Barsanti e Matteucci, gli ideatori del motore a scoppio che segn linizio dellera moderna. Secondo i progetti la Loggetta di Palazzo Guinigi dovrebbe essere la location adatta ad accogliere prototipi di motori, scritti originali e documenti riguardanti lattivit dei due scienziati lucchesi.
Cos il primo motore a due pistoni brevettato nel 1853, quello a pistoni contrapposti del 1861 e il primo modello di motore Bauer a basso consumo energetico, insieme ad altri esempi di innovazione, troveranno adeguata e definitiva collocazione. Intanto domani allAssociazione Industriali il motore Bauer sar nuovamente esposto al pubblico a partire dalle 18. Tutto ci grazie allimpegno della Fondazione Barsanti e Matteucci nata nel 2003 ideata dal presidente Pierluigi Lazzerini che si prodigato per divulgare loperato dei due scienziati lucchesi.
Fin dalla costituzione della Fondazione - sottolinea - iniziata unattivit costante di promozione e recupero della verit storica sullinvenzione attraverso la ricerca della documentazione rintracciabile sui brevetti nazionali e internazionali ottenuti dai due scienziati, dimostrando cos al mondo la vera paternit dellinvenzione, per decenni contesa da altri scienziati. E oggi possiamo dire che il motore a scoppio una conquista tutta lucchese che abbiamo potuto dimostrare anche al Deutsches Museum di Monaco, tra i pi noti nel settore scientifico, al quale nel 2004 abbiamo donato una copia a grandezza naturale del motore a scoppio con pannelli esplicativi. confermata anche dalla memoria depositata presso i Georgofili di Firenze nel 1853 e dalla prima certificazione inglese del 1854, di sette anni antecedente al brevetto di Lenoir e di dieci a quello di Otto e Langen.
Lopera di promozione della Fondazione ha avuto riscontro internazionale ed ha iniziato un viaggio itinerante intorno al mondo facendosi aprire le porte dai maggiori musei, come quello di Shangai e il Franklin Museum di Philadelphia. E ancora. Ha fatto tappa in Cina, al Cremlino di Mosca, al Parlamento Europeo e al Consolato italiano di Bruxelles.
Ma Lazzerini guarda ancor pi lontano. A un progetto europeo gi in avanzata fase di elaborazione che dovrebbe concretizzarsi in contemporanea in Italia, Germania, Cecoslovacchia e probabilmente anche in Francia che avr quale filo conduttore la storia dellautomobile in Europa.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news